Crolla la produzione industriale: -1,7% a novembre nell'Eurozona

Anche Eurostat certifica il rallentamento già registrato nelle principali economie europee. Il calo più pesante in Irlanda (-7,5%)

Produzione industriale: -1,7% a novembre

Un dato tanto negativo quanto atteso. Dopo la riduzione della produzione industriale certificata dagli uffici statistici nazionali di Germania, Francia, Spagna e Italia, arriva la conferma anche da Eurostat. A novembre rispetto al mese precedente l'indice dell’Eurozona è crollato dell'1,7% (-1,3% per l’Ue). Il calo più ampio si registra in Irlanda (-7,5%), Portogallo (-2,5%), Germania e Lituania (-1,9%), mentre gli incrementi maggiori sono stati rilevati in Estonia (+4,5%), Grecia (+3,1%) e Malta (+2,6%).

Su base annuale la produzione industriale è, invece, scesa del 3,3% nell’Eurozona e del 2,2% nell’Ue. Cali più marcati in Irlanda (-9,1%), Germania (-5,1%), Portogallo (-2,9%) e Spagna (-2,8%), mentre gli aumenti più rilevanti sono stati osservati in Estonia (+7,9%), Polonia (+5,3%) e Ungheria (+3,5%).

L'Italia a novembre ha registrato una diminuzione dell'1,6% rispetto a ottobre e una variazione negativa del 2,6% in riferimento all'anno precedente.

Anche il superindice Ocse fotografa la frenata dell'economia. Il dato di novembre riferito all’area Ocse è arretrato per il decimo mese consecutivo e - rispetto alla base 100 che riflette il trend di lungo termine - risulta pari a 99,3, in calo di 0,12 su ottobre e di 1,13 rispetto all’anno precedente. L'Italia scende a 99,4 da 99,5 e nell'arco di 12 mesi la riduzione è di 1,51 punti.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com