L'Algeria si infiamma

Si infiamma il paese africano più esteso

Da una settimana, migliaia di algerini stanno protestando in tutto il Paese contro la decisione del Presidente Abdelaziz Bouteflika di candidarsi per un quinto mandato alle elezioni di aprile. L'81enne presidente è malato da tempo ed è in cura presso un ospedale svizzero. L'annuncio ha portato alle più grandi rivolte di piazza dai tempi della primavera araba del 2011. Bouteflika è presidente della nazione dal 1999 ma è quasi completamente assente dal 2013, quando fu colpito da un ictus. Cinque anni dopo, la sua salute resta un punto interrogativo.

Le difficili condizioni economiche in cui versa il Paese - il più grande per estensione dell'Africa e il nono Stato più popoloso del continente con oltre 42 milioni di abitanti - rendono lo scenario politico ancora più incandescente. Il 30% dei giovani algerini non ha lavoro, la disoccupazione per chi ha meno di 30 anni tocca punte del 54%. Il forte calo delle entrate in questo Paese dipendente dal petrolio - le riserve di valuta estera sono meno di 80 miliardi di dollari – ha poi peggiorato la situazione. L'Algeria ha ricevuto più di mille miliardi di dollari dai proventi del greggio nel periodo 2000-2013, ma la corruzione e la cattiva gestione hanno ostacolato la crescita e la competitività del paese su scala globale.

L'Algeria è allo stesso tempo un importante fornitore di energia per l'Europa. Il Paese è il terzo maggiore fornitore di gas all'Ue e l'Ue è il maggiore importatore di gas algerino. Dunque, una dipendenza biunivoca, che assume ancora più importanza vista l’instabilità cronica della vicina Libia.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Colonialismo, il Paese nordafricano chiede le scuse della Francia

Colonialismo, l’Algeria chiede le scuse della Francia

Strategie & Regole
L’ex premier Tebboune, vicino ai militari, vince le elezioni

L’ex premier Tebboune, vicino ai militari, vince le elezioni. Ma è caos in Algeria

Strategie & Regole

quoted business

Algeria, si è dimesso il presidente Bouteflika

Abdelaziz Bouteflika si è dimesso e rinuncia al quinto mandato. Non è chiaro quanto di questa decisione sia stata presa dal presidente in persona o quanto, piuttosto, sia frutto di un accordo del suo entourage. Ma il fatto è comunque avvenuto poco prima che le manifestazioni degenerassero. Le sue dimissioni, tuttavia, potrebbero incidere poco sulla situazione del Paese: arrivano a poche settimane dalla scadenza naturale (28 aprile) e non sciolgono i nodi legati a una difficile transizione. [continua ]

Strategie & Regole

Algeria, Bouteflika getta la spugna. Ma le proteste continuano

Il presidente algerino Abdelaziz Bouteflika si dimetterà prima della scadenza del suo mandato, il 28 aprile. Lo ha annunciato lo stesso presidente in un comunicato citato dall'agenzia ufficiale algerina Aps. Il capo dello Stato prenderà tutte le "misure necessarie per assicurare il funzionamento delle istituzioni durante la transizione", si legge nel comunicato. [continua ]

Strategie & Regole
Sta ripetendo l'errore della primavera araba?

La “rivoluzione” algerina sta ripetendo l'errore della primavera araba?

Strategie & Regole
Bouteflika rinuncia alla candidatura e rinvia le elezioni

Algeria, Bouteflika rinuncia alla candidatura e rinvia le elezioni

Strategie & Regole

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com