Il Punto Q

Il Punto Q
quoted business

Fisco, la progressività prevista dalla Costituzione è davvero attuata?

L’art. 53 della Costituzione italiana parla chiaro: “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.” Già ma questa parte della Costituzione è davvero applicata? Il sistema fiscale piuttosto appare come un Lego i cui pezzi sono messi a casaccio componendo una costruzione di interventi erratici dettati da una qualche esigenza immediata. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

La ‘buona’ educazione. E l’economia

Paolo Crepet: “Educare vuol dire togliere. Non essere serviti e riveriti come piccoli lord rimbecilliti. Il compito di un genitore è di far mancare qualcosa, perché se non ti manca niente a che ti deve servire la curiosità, l’ingegno, e il talento? Tante volte ho sentito dire da un genitore: io devo sistemare mio figlio. Dove lo sistemi? Dentro la vetrinetta, sopra l’armadio? Hai messo al mondo un oggetto o hai messo al mondo un’anima? Si raccomandano le persone in difficoltà, non un figlio.” Un insegnamento utile anche all’economia e ai lavoratori di domani. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

La lezione che l’economia e la politica possono apprendere dallo sport. E dall’integrazione multietnica

Talento, fatica e sacrificio. In realtà dietro un grande successo sportivo si nasconde anche dell’altro. Qualcosa che la politica sembra non considerare. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

(In)Giustizia è fatta. La ‘riforma’ che piace solo alla politica

Nel frattempo è arrivato il parere del Csm, che stronca la scelta del Governo. La riforma non affronta i problemi strutturali della giustizia in Italia. Piuttosto sembra voler aggirare il problema, agendo principalmente sulla riduzione dei tempi della prescrizione. Con alcune possibili (gravi) conseguenze. E se poi le agognate riforme che la Commissione europea chiede all’Italia sono queste. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

L’Ue mostra i muscoli contro Orbán, mentre con Erdogan stringe accordi

Orban, Erdogan: due pesi e due misure da parte dell’Ue. A Bruxelles il vertice dei capi di Stato e di governo dei giorni scorsi si è concentrato sulle politiche del leader magiaro fino alla minaccia di una procedura di infrazione con sospensione dei finanziamenti del Recovery Fund. Mentre nei confronti di Erdogan continua a stringere intese economiche pur di sigillare la rotta balcanica. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

La lezione (da non dimenticare) che ci lascia la morte di Luana

Troppo spesso si parla di poca voglia di lavorare e troppo poco di salari, sovente molto bassi, e di una classe imprenditoriale che numerose volte non si dimostra all’altezza. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Il G7 adotta la linea dura contro Cina e Russia. E fa l’elemosina ai paesi poveri

Nella dichiarazione finale del vertice in Cornovaglia si citano le violazioni dei diritti umani nello Xinjiang e a Hong Kong, oltre alla repressione del dissenso a Mosca. Le dosi promesse al Terzo Mondo sono decisamente meno di quelle necessarie. E sulla rivoluzione verde si poteva fare di più. È invece emerso con chiarezza la volontà di Biden di stringere un rapporto più profondo con l’Europa (che però dipende in parte dalla Russia per l’energia). [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Via libera al Decreto Semplificazioni. La soglia del subappalto sale al 50% e poi sparirà del tutto

‘quoted business’ rivolge due domande al presidente del Consiglio. Solleva più di qualche dubbio il decreto appena approvato dal governo [continua ]

Il Punto Q
quoted business

La rinuncia ai brevetti sui vaccini aiuterà l’immagine degli Usa ma avrà un modesto impatto sulla pandemia

Si tratta in ogni caso di una sconfitta epocale per chi crede che solo la proprietà privata sulle idee garantisce il progresso [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Un dittatore (Erdogan) non vale l’altro (al-Sisi)

Sul finale della conferenza stampa in cui annuncia che l’Italia riapre il 26 aprile, Mario Draghi è seccato: aveva chiesto che ogni giornalista facesse solo una domanda, ma quasi tutti sono andati oltre. E l’ultimo pone una domanda particolarmente irritante per il premier: il Governo concederà la cittadinanza italiana a Patrick Zaki (lo studente detenuto da lungo tempo in Egitto senza reali motivi)? [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Erdogan ‘ErBullo’

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan esce dal trattato per prevenire e combattere la violenza sulle donne. Nel frattempo, attacca i curdi e nomina il terzo presidente della Banca centrale turca in meno di due anni. E tenta di riavviare il dialogo con l’Ue, sapendo che Bruxelles non può fare a meno di relazionarsi con la Turchia per una serie di motivi economici e politici. Tra questi l’accordo (pagato a suon di milioni di euro a favore di Ankara) per trattenere i migranti sul proprio territorio. Una politica che ha generato morti, miserie e qualcosa di disumano che prende il nome di Lesbo. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Cambiamo la PA per cambiare il Paese

Ancora di più della redazione del Recovery Plan, che resta comunque un elemento chiave per l’ottenimento delle risorse previste dal Recovery Fund, il fattore che determinerà l’esito dei progetti attuati è la Pubblica amministrazione centrale e, soprattutto, locale [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Parte l’operazione grande centro. Ecco la mossa di Renzi

Il leader di Italia Viva si ispira a Franco Battiato e cerca “un centro di gravità permanente”. L’ex sindaco di Firenze è riuscito a sdoganare Matteo Salvini agli occhi dei poteri forti internazionali grazie a Mario Draghi, rendendo così possibile un’alleanza futura con il centrodestra [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Drugstore: 2 governi in 1. Draghi come Conte (ma non l’ex presidente del Consiglio…)

L’ex presidente della Bce mette a punto una squadra di titolari e un’altra di panchinari. La prima, di fatto un’estensione di Draghi, dovrà riuscire ad allocare in modo efficace ed efficiente la montagna di risorse in arrivo da Bruxelles. La seconda, che in realtà non scenderà mai in campo davvero, servirà per garantirsi il sostegno parlamentare. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Mario Draghi è di destra o di sinistra?

Il paradosso della Dragonomics. In una fase nella quale la maggior parte dei paesi scelgono di rivalutare l’importanza delle politiche pubbliche, l’Italia sceglie un premier che certamente non è keynesiano. E che ora è chiamato a superare se stesso. [continua ]

www.quotedbusiness.com