Il Punto Q

Il Punto Q
quoted business

Il problema degli agricoltori sono gli ambientalisti?

Continuano le proteste degli agricoltori europei. Ma sono condivisibili le loro richieste? In parte sì, in parte no. Resta sul tappeto il problema di fondo nell’individuazione del principale “colpevole”. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Il Mes esiste dal 2012 e l’Italia è il terzo contributore

L’idea di mettere il veto al nuovo patto di Stabilità è stata accantonata perché troppo rischiosa per un Paese che deve continuamente reperire risorse sul mercato finanziario per le quali già paga salati interessi. Dire «no» al Mes invece nell’immediato non comporta rischi. Ma attenzione: chi di Mes ferisce, di Mes perisce (?) [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Israele sempre più isolato

Sempre meno Paesi sembrano disponibili a sostenere l’indefinito programma militare israeliano: temono che Israele possa forse riuscire ad annientare Hamas ma, così facendo, stia gettando il seme per tanti altri probabili Hamas. E resta aperto un dubbio… [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Verso un altro conflitto totale? La guerra tra Israele e Palestina rischia ora di allargarsi

Israele sotto attacco di Hamas: centinaia di morti e feriti (da ambo le parti). Netanyahu: “Sarà una guerra lunga e difficile”. La Striscia sarà rasa al suolo? E poi: cosa faranno gli altri Paesi medio-orientali e gli alleati degli israeliani a cominciare dagli Usa? Inoltre lo storico accordo tra Israele e Arabia Saudita (che metterebbe in secondo piano la questione palestinese) sarà siglato? Il ruolo chiave dell’Iran, e il conflitto tra Kiev e Mosca che rischia di essere ‘oscurato’ dalla escalation medio-orientale. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Meloni è finita davvero nel mirino dei poteri forti internazionali?

Il Financial Times torna per la seconda volta in pochi giorni a evidenziare la difficile situazione economico-finanziaria dell’Italia: il debito continua a salire. Ora si attesta a 2.858,6 miliardi ed equivale al 144 per cento del Pil (il debito tedesco è al 68 per cento). E il deficit potrebbe risultare superiore alle aspettative. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

La Bce boccia la tassa sugli extra-profitti delle banche (danneggia la fiducia e aumenta l’incertezza)

Pur considerando il fatto che alcune critiche sollevate dalla Bce paiono effettivamente fondate, questo parere rappresenta forse un’occasione persa per l’Eurozona. Francoforte avrebbe potuto optare per suggerire la rimodulazione della misura e invitare gli altri membri dell’Eurozona ad introdurre una tassazione simile. Dopotutto, non era stata la Bce ad evidenziare recentemente la necessità di interventi di politica fiscale per uscire dall’attuale fase di alta inflazione? [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Il salario minimo non danneggia i lavoratori sopra la soglia

Il salario minimo esiste nel 90 per cento dei Paesi del mondo. E spinge i salari verso l’alto. A dimostrarlo è l’evidenza empirica. È errato sostenere che in Italia il salario minimo non serva. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Niger, uno dei Paesi più poveri del Pianeta ma dispone del 7 per cento delle riserve mondiali di uranio

Assaltata l’ambasciata francese al grido di “W Putin”. Ultimatum dell’Ecowas, che ha deciso sanzioni allineandosi all’Occidente di cui Niamey era un prezioso alleato: “Reinsediare il presidente entro una settimana o interveniamo” [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Il paradosso dei mutui a tasso variabile

L’allungamento dei mutui, chiesto dal ministro dell’Economia e accolto dall’Abi, non è un’operazione gratis per i clienti. La quota capitale resta la stessa, ma la quota interessi complessivamente versata aumenta. La questione centrale è tuttavia un’altra. In una (lunga) fase caratterizzata da tassi di interesse bassissimi, come è possibile che una quota rilevante di mutui immobiliari siano stati comunque a tasso variabile? Una scelta insensata, profondamente illogica [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Meloni-Scholz, la Germania punta all’idrogeno africano

La visita del cancelliere tedesco a Roma con l’obiettivo di rilanciare la politica industriale della prima economia europea (ora in difficoltà), che prova a superare definitivamente la dipendenza energetica dalla Russia. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

Gli elettroni vanno dove vogliamo noi. Basta volerlo

Ecco come trasformare la crisi in opportunità: verso un mercato comune dell’energia pulita. Dopo quello sull’acciaio e sul carbone, l’Europa potrebbe trovare una nuova opportunità di sviluppo comune, rendendo il Vecchio continente un’unica grande centrale elettrica da fonti rinnovabili. Le tecnologie ci sono. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

È realistico per l’Italia riuscire a spendere quasi 200 miliardi in 5-6 anni?

Gli investimenti pubblici in Italia sono pari a 20 mld l’anno. Difficile che si riesca effettivamente a spendere i fondi messi a disposizione dall’Ue [continua ]

Il Punto Q
quoted business

I francesi (e persino i tedeschi) protestano. Gli italiani, che sono quelli messi peggio, “zitti e buoni”

Se dai francesi è normale attendersi dure ed estenuanti mobilitazioni, non può dirsi altrettanto per i vicini tedeschi. Eppure, nella prima economia europea è stato indetto un mega sciopero e le organizzazioni sindacali chiedono aumenti salariali superiori al 10%. In tale quadro si inserisce l’immobilismo dell’Italia. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

La Germania studia l’apertura di Centri per l’impiego tedeschi in Africa

La prima economia europea ha bisogno di manodopera qualificata e guarda all’Africa come il luogo dove intercettare la nuova forza lavoro. [continua ]

Il Punto Q
quoted business

La metà dell’inflazione europea è “inspiegabile”

I conti non tornano: l’inflazione è salita alle stelle ma non soltanto per alcune dinamiche di mercato. A riconoscerlo è il Fondo monetario internazionale. [continua ]

www.quotedbusiness.com