Il 95% dell’Irpef è versata da dipendenti e pensionati

L’Irpef rappresenta il 40% delle entrate erariali del nostro Paese

Il 95% dell’Irpef è versata da dipendenti e pensionati

Il 94,7% del gettito Irpef è versato dai soli lavoratori dipendenti e pensionati. Un dato “rilevantissimo perché l’Irpef rappresenta il 40% delle entrate erariali del nostro Paese. Questa situazione fotografa l’iniquità del sistema fiscale italiano e non è più sopportabile”. È quanto afferma la Uil in uno studio a cura del Servizio politiche fiscali, sulla base delle dichiarazioni dei redditi 2018.

“Bisogna varare una vera riforma del sistema fiscale che tagli le tasse a chi le paga, vale a dire ai lavoratori dipendenti e pensionati - spiega il segretario confederale Domenico Proietti - attraverso un significativo aumento delle detrazioni”.

Per il sindacato guidato da Pierpaolo Bombardieri è, dunque, “urgente” che il Governo apra il confronto. Bisogna arrivare - sostiene - a “una complessiva riforma del fisco, che ridisegni le aliquote Irpef e gli scaglioni, rispettando il principio di progressività previsto dalla Costituzione e, contemporaneamente, attuando una svolta nella politica di lotta all’evasione fiscale per recuperare i 110 miliardi di euro che ogni anno sono sottratti alle casse dello Stato”.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com