Cuba, rete 3G per tutti. O quasi

Arriva la rete 3G. È ora possibile navigare sul web

Non è stato un giovedì come gli altri. I cubani dal 6 dicembre possono liberamente nagivare su web attraverso una rete mobile 3G resa disponibile dal fornitore di servizi di telecomunicazione Etecsa.

Saranno però in pochi a potersi permettere l’abbonamento. I pacchetti hanno costi mensili variabili da 7 dollari Usa per 600 MB a 30 dollari per 4 GB. Gli utenti ottengono anche un bonus di 300 MB utilizzabili solo per accedere a siti locali. Ma il salario medio sull’isola è pari a circa 30 dollari al mese.

Per questo molti cubani continueranno a connettersi a Internet dal proprio cellulare - circa la metà della popolazione di 11,4 milioni di persone ne possiede uno – agganciandosi a qualche hotspot wi-fi e andando negli Internet Café, che hanno cominciato ad apparire sull’isola dal 2013. L’anno successivo è stata consentita la possibilità di utilizzare la posta elettronica statale Nauta e nel 2015 è stato aperto il primo hotspot wi-fi in un centro culturale, cui ha seguito l’accesso libero al web da altre centinaia di luoghi pubblici. E poi nel 2017 Etecsa ha iniziato a offrire un numero limitato di connessioni domestiche.

Un processo lento ma costante favorito dall’arrivo, dopo Raul Castro, di Miguel Diaz-Canel. Il neo presidente è attivo sul web, ha un account Twitter attivo e diversi membri del Consiglio di Stato hanno seguito il suo esempio. Su questo terreno fertile è cresciuta la speranza dei cubani di potersi connettere con il resto del mondo.

Fonte

Articoli correlati

Per la prima volta disponibile la rete 3G sui cellulari

Efe

Cuba, per la prima volta disponibile la rete 3G sui cellulari. Ma per ora è solo un esperimento

Innovazione

quoted business

Cuba, svolta digitale: wifi libero

Dal 29 luglio Cuba cambia. In parte. Il web diventa libero e la rete si estende anche ai privati. Chiunque potrà creare una propria rete, importare dall’estero i modem per trasmettere, installare un fascio di collegamento via cavo, wireless e perfino la fibra ottica. I cubani hanno fame di notizie e le autorità hanno capito di non poter fermare l’onda. Certo, i costi sono ancora proibitivi, ma scenderanno nel tempo. Ciò che conta è che finora internet era un’esclusiva del governo. [continua ]

Innovazione

quoted business

La svolta di Zuckerberg. Chiede aiuto ai governi: "Fb non basta, nuove regole per salvare internet"

Mark Zuckerberg prova a guardare in avanti. Con un articolo pubblicato sul Washington Post spiega la sua svolta. Occorre regolamentare la rete e farlo assieme ai governi. Una novità assoluta per il fondatore di Facebook. "Ho passato la maggior parte degli ultimi due anni a concentrarmi su problemi come contenuti dannosi, integrità elettorale e privacy. Penso che sia importante definire quali ruoli vogliamo che le aziende e i governi giochino nell'affrontare queste sfide", scrive Zuckerberg. [continua ]

Innovazione
Mosca progetta la sua Internet

La Russia progetta la sua Internet

Innovazione

Cuba, il salario medio mensile dei dipendenti pubblici non supera i 28 euro

Il salario medio dei dipendenti delle imprese statali di Cuba è equivalente a poco meno di 28 euro al mese, fattore che rende difficile la vita per chi rimane e incita tutti gli altri ad emigrare. Intervenendo alla Centrale dei lavoratori di Cuba, l'unica organizzazione sindacale dell'isola caraibica, il ministro del Lavoro cubano, Margarita González Fernández ha confermato che la retribuzione media mensile (ovvero la maggioranza degli occupati totali) è pari a 27,7 euro. [continua ]

Jobs & Skills
L'isola 'controlla' il Venezuela?

Cuba 'controlla' il Venezuela?

Strategie & Regole

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com