G7, l’impegno sul Covid: “Vaccinare tutto il mondo”. Solidarietà o opportunismo?

Summit virtuale, la prima volta di Biden e Draghi. In totale l’impegno finanziario dei Paesi del G7 sarà di 7,5 miliardi di euro

G7, l’impegno sul Covid: “Vaccinare tutti”. Solidarietà o opportunismo?

“Tutto il mondo deve essere vaccinato”, dice Boris Johnson. Il premier britannico promette di donare ai Paesi emergenti le dosi in più che non servono al Regno Unito, Emmanuel Macron invita Europa e Stati Uniti a inviare urgentemente il 5% dei loro vaccini alle nazioni in via di sviluppo e Joe Biden si impegna a contribuire “immediatamente” 2 miliardi di dollari al Covax, il fondo per l’accesso globale alle inoculazioni. La Germania, che aveva già stanziato 600 milioni di euro, metterà a disposizione ancora un miliardo e mezzo di euro. Nel complesso, l’impegno finanziario dei Grandi raggiungerà i 7,5 miliardi di euro. Sono i risultati del summit del G7.

Al centro dell’incontro virtuale la pandemia, con la necessità di accelerare la campagna di vaccinazione per poter riprendere al più presto l’attività economica e al tempo stesso di fornire un vaccino ai tanti paesi del mondo che non ne hanno ancora ricevuto nemmeno uno. Dieci paesi hanno somministrato il 75% di tutti i vaccini Covid-19 messi a disposizione dalle case farmaceutiche mentre più di 130 neanche una singola dose.

Più che un gesto di solidarietà sembra una presa di coscienza del fatto che solo quando la maggior parte della popolazione mondiale sarà vaccinata anche i paesi ‘ricchi’ potranno tornare a dormire sonni meno agitati.

Al summit virtuale si è parlato anche di rilancio dell’economia: “Con l’obiettivo di sostenere un sistema globale equo e di beneficio per tutti – si legge nel comunicato finale - ci impegneremo con gli altri Paesi, in particolare quelli del G20, incluse grandi economie come la Cina”. Parole che suonano come un’offerta di dialogo con Pechino. Vedremo se sarà sufficiente per aprire una nuova stagione basata sul multilateralismo.

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Dopo l’Ue, anche il G7 rinvia all’autunno l’idea di Draghi sul gas

Il rinvio a settembre/ottobre della decisione in merito alla fissazione di un tetto massimo al prezzo del gas potrebbe essere tardivo e forse inutile. Mentre sull’oro blu si vedrà, il G7 ha dato l’ok a quello sul petrolio. Ma anche se si decidesse di bloccare il prezzo del gas chi pagherebbe la differenza rispetto al prezzo di mercato: i governi nazionali o l’Ue? [continua ]

Global
quoted business

Il G7 conta ancora?

Le sette economie (Usa, Giappone, Germania, Regno Unito, Italia, Canada, Francia) producevano nel 1990 il 66% del Pil globale, oggi il 46%. Il peso dei 7 sul commercio mondiale è passato dal 52% al 30%, mentre la popolazione dal 12% al 10%. L’unica possibilità per non essere fagocitati da altri paesi, a cominciare da Cina e India, è trasformarsi da soggetti esclusivi a inclusivi, abbracciando relazioni con nuovi paesi emergenti. [continua ]

Global
Futuro del multilateralismo: G20 meno 1? G7 più 2? G4 più 2?

Futuro del multilateralismo: G20 meno 1? G7 più 2? G4 più 2?

Global

Via libera del G7 al tetto al prezzo del petrolio russo. Von der Leyen: ”Ora anche sul gas”. Mosca: “Stop alle forniture”

La misura dovrebbe diventare efficace dal 5 dicembre per il greggio e dal 5 febbraio per i prodotti raffinati. Ma i livelli dei prezzi non sono stati ancora fissati. Il vice premier russo avverte: “Stop alle forniture di petrolio a chi impone il price cap”. Il portavoce del Cremlino: “Un tetto al prezzo destabilizzerà il mercato”. La Germania non sembra convinta. Scholz: “Per la Germania sarebbe poco responsabile rinunciare al gas russo” [continua ]

Economia
Il G7 rappresenta ancora i rapporti di forza a livello globale?
quoted business

Il G7 è ancora rappresentativo dei rapporti di forza a livello globale?

Global

Piano B3W: il G7 lancia la sfida alla Cina

I leader del G7, riuniti in Cornovaglia, hanno approvato un piano globale di infrastrutture per i Paesi a basso reddito. Un programma che vuole contrastare l’influenza della Nuova Via della Seta promossa da Pechino. [continua ]

Global

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com