Il Pil cresce, seppur marginalmente, nelle principali economie. Si riduce soltanto in Italia

Ocse, il Pil cresce nelle principali economie. Si riduce solo in Italia

Secondo le stime provvisorie, il Prodotto interno lordo reale nell'area Ocse è salito marginalmente, allo 0,6%, nel secondo trimestre del 2018, rispetto allo 0,5% di quello precedente.

Tra le principali sette economie, la crescita economica ha accelerato bruscamente negli Stati Uniti, all'1% rispetto allo 0,5% osservato nei tre mesi antecedenti, e in Giappone, rimbalzando allo 0,5% dopo una contrazione dello 0,2%.

Il Pil è salito, seppure in misura minore, anche in Germania (dallo 0,4% allo 0,5%) e nel Regno Unito (0,2-0,4%). In Francia, la crescita è rimasta stabile allo 0,2%, mentre è rallentata, seppur lievemente, soltanto in Italia (0,3-0,2%). Aggregando i dati per Ue ed Eurozona si riscontra nel secondo trimestre lo stesso valore: 0,4%.

Tuttavia, su base annua, il Pil nell'area Ocse ha continuato a rallentare, portandosi al 2,5% nel secondo trimestre del 2018, rispetto al 2,6% rilevato in quello precedente. A livello nazionale, tra le sette economie più grandi, emergono ancora gli Stati Uniti, che hanno registrato il 2,8%. Il valore più basso è stato, invece, osservato, in Giappone: 1%.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com