Una società sempre più ineguale, così sta diventando la Corea del sud

Una società sempre più ineguale, così sta diventando la Corea del sud
L’ultimo slum di Seoul nel villaggio di Guryong

Nonostante sia un paese ricco, il suo Pil a parità di potere d'acquisto è superiore ad esempio a quello del Canada, la Corea del sud si trova ad affrontare un crescente divario tra ricchi e poveri. La fotografia è scattata dall'Istituto coreano di finanza pubblica.

A cominciare dalla crisi finanziaria globale soltanto il 6% delle famiglie meno abbienti ha trovato un modo per uscire dalla povertà. Ancora oggi, inoltre, a causa di salari modesti quasi la metà dei giovani inizia la propria carriera come lavoratori irregolari e devono continuare a fare affidamento sulla propria famiglia di origine.

La Corea del sud ha scoperto che è più probabile peggiorare la propria condizione economica piuttosto che riuscire a migliorarla. E questo non vale soltanto per la parte più povera, ma anche per la classe media. È la società nel suo insieme che sta perdendo vitalità.

Nell’ultima rilevazione Ocse il tasso di povertà relativa nella classe di età 66-75 anni era del 42,7% in Corea del sud, il più alto tra i membri dell'Organizzazione di Parigi. Che le cose non vadano per il verso giusto lo dimostrano anche altri indicatori. Ad esempio, il tasso di suicidio delle persone con più di 64 anni è tre volte superiori alla media Ocse.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com