Antitrust, sanzionati Apple e Samsung

Antitrust, sanzionati Apple e Samsung

L'Antitrust ha imposto una multa di 5 milioni di euro a Samsung e 10 ad Apple per pratiche commerciali scorrette in merito al rilascio di alcuni aggiornamenti del firmware dei cellulari.

Il problema è che tale comportamento ha provocato gravi disfunzioni e ridotto in modo significativo le prestazioni, in tal modo accelerando il processo di sostituzione degli smart-phone.

Secondo quanto scrive l'Autorità garante per la concorrenza ed il mercato, le due società hanno indotto i consumatori - mediante l'insistente richiesta di effettuare il download - ad installare aggiornamenti su dispositivi non in grado di supportarli adeguatamente, senza fornire le opportune informazioni, né tantomeno modalità di ripristino delle originarie funzionalità dei prodotti.

Oltre alla sanzione, entrambe le imprese dovranno pubblicare sulla pagina in italiano del proprio sito internet una dichiarazione che informi della decisione Antitrust con link al provvedimento.

Fonte

Articoli correlati

Il Comitato scientifico suggerì misure differenziate. Ma il Governo decise il lockdown per tutto il Paese

Lo scorso 7 marzo scorso con un documento riservato inviato al ministro della Salute, il Comitato tecnico scientifico propone al governo di “adottare due livelli di misure di contenimento: uno nei territori in cui si è osservata maggiore diffusione del virus, l’altro sul territorio nazionale”. In particolare, misure più rigorose in Lombardia e nelle province di Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini e Modena, Pesaro Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Alessandria e Asti. [continua ]

Strategie & Regole
Il Senato autorizza: Salvini a processo

quoted business

Il Senato autorizza: Salvini a processo

Strategie & Regole

Bbc

Apple, ricavi sopra le attese. Mentre la rivale soffre: crollano gli utili di Samsung

Apple chiude il 3° trimestre con un utile per azione di 2,18 dollari, sopra le attese degli analisti. Superano le stime anche i ricavi, che si attestato a 53,8 miliardi di dollari a fronte dei 53,5 mld previsti. La rivale, Samsung Electronics, ha invece visto i profitti precipitare nel 2° trimestre di quest'anno a causa del declino del business dei chip, comparto nel quale il colosso coreano è leader globale. Gli utili sono diminuiti del 56% rispetto al 2018, attestandosi a 5,6 mld. [continua ]

Corporate

Dopo il Senato, anche la Camera vota 'sì' alla proroga dello stato di emergenza

La Camera ha dato il via libera alla proroga al 15 ottobre dello stato di emergenza: 282 favorevoli e 221 contrari. “La proroga, se si epura la discussione da posizioni ideologiche, è una scelta inevitabile, per certi aspetti obbligata, fondata su valutazioni squisitamente tecniche”. Lo ha detto il premier in Aula alla Camera. [continua ]

Strategie & Regole

quoted business

Conte: “Prorogare lo stato di emergenza è una scelta obbligata”

“La proroga dello stato di emergenza fino a ottobre è una scelta obbligata”. Lo ha detto il premier in Parlamento. “Senza lo stato di emergenza decadrebbero i poteri straordinari ai molti soggetti attuatori” che sono per la maggior parte dei casi i presidenti delle Regioni, ha spiegato Giuseppe Conte intervenendo al Senato. [continua ]

Strategie & Regole

Camici in Lombardia. Indagato il presidente Fontana

Il governatore lombardo Attilio Fontana risulta indagato dalla Procura di Milano nell’inchiesta sulla fornitura da mezzo milione di euro di camici e altri dispositivi di protezione da parte della società Dama spa gestita dal cognato Andrea Dini e di cui la moglie del presidente della Lombardia, Roberta Dini, detiene una quota del 10%. [continua ]

Strategie & Regole

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com