"Siri Gate", ecco come l'ex sottosegretario ha preso oltre 1 mln da una banca di San Marino

Inchiesta de L'Espresso

Ecco come Armando Siri ha preso oltre 1 mln da una banca di San Marino
Il senatore della Lega, Armando Siri

Dopo le inchieste aperte in Italia dalle procure di Milano, Palermo e Roma, anche le autorità di San Marino indagano sugli affari del senatore Armando Siri, ex sottosegretario e consigliere economico della Lega.

La nuova istruttoria riguarda “due prestiti di favore a elevato rischio” concessi da una banca sanmarinese e viziati da una doppia serie di “violazioni sistematiche”: 750 mila euro incassati dal senatore Armando Siri tra ottobre e gennaio scorsi, e altri 600 mila ottenuti appena tre mesi fa da un imprenditore a lui collegato.

Entrambi i finanziamenti bancari sono stati definiti “contrari ai principi di sana e prudente gestione del credito” dagli ispettori della Banca Centrale di San Marino e dell'Agenzia anti-riciclaggio, che hanno deciso di denunciare tutto alla magistratura.

L'Espresso, nel numero in edicola da domenica 28 luglio, pubblica in esclusiva i documenti dell'indagine ispettiva.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com