Mattarella: “Fiducia nell’Italia, supereremo l’emergenza. Osservare le indicazioni del governo”

Il Capo dello Stato: “Evitare iniziative particolari. Senso di responsabilità e no alle ansie immotivate”

“Il governo ha stabilito una serie di indicazioni di comportamento quotidiano suggerite da scienziati ed esperti di valore. Sono semplici, ma importanti per evitare il rischio di allargare la diffusione del contagio. Desidero invitare tutti a osservare attentamente queste indicazioni: anche se possono modificare temporaneamente qualche nostra abitudine di vita. Rispettando quei criteri di comportamento ciascuno di noi contribuirà concretamente a superare questa emergenza”. Sono i concetti prinicipali del video messaggio di tre minuti e mezzo del Presidente Sergio Mattarella sull’emergenza Coronavirus.

“Alla cabina di regia costituita dal governo spetta assumere le necessarie decisioni in collaborazione con le Regioni, coordinando le varie competenze e responsabilità – spiega Mattarella -. Vanno, quindi, evitate iniziative particolari che si discostino dalle indicazioni assunte nella sede di coordinamento". Un riferimento, quest’ultimo, che sembra rivolto alle Regioni.

È un invito alla responsabilità, alla collaborazione istituzionale, in un momento delicatissimo nella vita del Paese. Il presidente della Repubblica cita ad esempio gli abitanti in Lombardia e Veneto. “Lo stanno facendo con grande serietà i nostri concittadini delle zone cosiddette rosse. Li ringrazio per il modo con cui stanno affrontando i sacrifici cui sono sottoposti.  Desidero esprimere sincera vicinanza alle persone ammalate e grande solidarietà ai familiari delle vittime. Il momento che attraversiamo richiede coinvolgimento, condivisione, concordia, unità di intenti nell’impegno per sconfiggere il virus: nelle istituzioni, nella politica, nella vita quotidiana della società, nei mezzi di informazione”.

“Senza imprudenze, ma senza allarmismi, possiamo e dobbiamo avere fiducia nelle capacità e nelle risorse di cui disponiamo – conclude Mattarella -. Possiamo e dobbiamo avere fiducia nell’Italia”.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com