Borrelli: “La fase 2 plausibile dal 16 maggio”

“Molte settimana per uscirne. Servono comportamenti rigorosissimi” ha ribadito il capo della Protezione civile

Borrelli: “La fase 2 plausibile dal 16 maggio”
Angelo Borrelli

I tempi per uscire dalla pandemia non si possono ancora prevedere. La situazione resta critica. Per una sostanziale diminuzione dei contagi gli esperti credono bisognerà attendere almeno una o due settimane, sempre che gli italiani si comportino in modo corretto.

Il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, parlando a ‘Radio Anch’io’ su Rai Radio 1, ha ipotizzato un isolamento forzato a casa anche dopo Pasqua e Pasquetta. 

Sempre in radio, ma questa volta su Capital, nel corso della trasmissione ‘Circo Massimo’, Borrelli si è poi espresso più concretamente su quando potrebbe partire la fase 2, quella di convivenza con il coronavirus . L’ipotesi è il 16 maggio. 

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com