Australia, la protesta dei media: prime pagine oscurate

La protesta dei media: prime pagine oscurate

I giornali australiani hanno oscurato le loro prime pagine. Le testate protestano contro il governo di Scott Morrison che vuole penalizzare il giornalismo investigativo. Il caso è scoppiato dopo il blitz della polizia a giugno presso la sede di ABC , la televisione pubblica, a Sydney alla ricerca di documenti su un programma del 2018 che indagava sui possibili crimini dell’esercito australiano in Afghanistan.

In precedenza era stata perquisita anche la casa della giornalista Annika Smethurst di News Corp. Australia di Rupert Murdoch. Smethurst aveva pubblicato lo scorso anno un articolo in cui si sosteneva che l’esecutivo aveva un piano segreto per sorvegliare elettronicamente le e-mail, gli sms e le transazioni bancarie dei cittadini.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com