Ama, soldi ai netturbini per non darsi malati. La replica del Pd: “È falso”

Ama, soldi ai netturbini per non darsi malati

Per il piano straordinario di pulizia Roma stanzia tre milioni di euro in vista di uscire dall’emergenza rifiuti. Il principio è semplice quanto inatteso: “Più giorni resti a casa dal lavoro, più l’extra in busta paga scende”.

Uno stanziamento destinato a incentivare l’aumento del tasso di presenza. Occorre dunque un bonus per abbattere il livello di assenteismo tra i dipendenti di Ama e realizzare così la pulizia straordinaria promessa entro Natale da Roberto Gualtieri ai romani subito dopo l’investitura a sindaco.

L’accordo tra Ama, la municipalizzata dei rifiuti di Roma, e le organizzazioni sindacali è stato sottoscritto il 18 novembre e scatterà il 22 novembre (terminerà il 9 gennaio).

“Chi non farà alcuna assenza - si legge in una nota dell’azienda - avrà il maggiore incentivo”, pari a 360 euro lordi. E poi via a scalare: 260 euro lordi per chi si assenterà per un massimo di tre giorni da qui al 9 gennaio, 200 euro lordi per chi farà al massimo cinque giorni di assenza. Nessun incentivo, invece, per chi supererà questa soglia.

“È davvero incredibile come qualcuno voglia far passare l’incentivo agli operatori dell’Ama come un bonus assenteisti. Non è così. L’amministrazione ha preso l’impegno di una pulizia straordinaria di cui la città ha bisogno. Ci sarà più lavoro per gli operatori, le festività faranno aumentare la produzione di rifiuti e saranno necessari turni più stringenti”. È la replica del Gruppo capitolino del Partito democratico.

L’accordo tra Ama e sigle sindacali per la pulizia straordinaria “è molto semplice - spiega il Gruppo -. Chi decide di rinviare ferie e permessi alla fine del piano di pulizia straordinaria, garantendo un tasso di presenza più elevato, sarà premiato. L’obiettivo è dunque quello di aumentare la disponibilità dei lavoratori nel periodo che va dal 22 novembre al 9 gennaio.”

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Amazon, 7,25 miliardi di ricavi in Italia. Pagate tasse per 345 milioni
quoted business

Amazon, 7,25 miliardi di ricavi in Italia. Pagate tasse per 345 milioni

Finanza pubblica
quoted business

Conti fuori controllo. I Comuni di Napoli, Roma e Torino verso il tracollo finanziario?

Elezioni amministrative del 3-4 Ottobre 2021. Analisi della situazione finanziaria nei Comuni di cinque grandi città (Bologna, Milano, Napoli, Roma e Torino) e le eredità che lasciano le amministrazioni uscenti. Da un lato emerge una diffusa difficoltà nell’adattamento ai nuovi principi contabili utilizzati nelle fasi della “programmazione, gestione, rendicontazione” dei bilanci comunali, dall’altro una strutturale incapacità di riscossione dei crediti sia tributari che patrimoniali. Il risultato? Profondi buchi nei conti [continua ]

Finanza pubblica
quoted business

Una ‘Hydrogen Valley’ alle porte di Roma

Realizzare la prima Hydrogen Valley italiana alle porte di Roma, a Casaccia, dove sviluppare una filiera nazionale per la produzione, il trasporto, l’accumulo e l’utilizzo di idrogeno. Il progetto è ideato dall’Enea con l’obbiettivo di dar vita al primo incubatore tecnologico italiano per lo sviluppo dell’idrogeno, in collaborazione con università, istituti di ricerca, associazioni e imprese. [continua ]

Energie & Risorse
Quirinale, spunta la carta Giuliano Amato
quoted business

Quirinale, spunta la carta Giuliano Amato

Strategie & Regole
“Attacco squadrista” a Roma contro la sede della Cgil

“Attacco squadrista” a Roma contro la sede della Cgil

Strategie & Regole
Renzi: “Bonomi a gennaio tifava per il Conte ter. Ma ammiro le conversioni”
quoted business

Renzi: “Bonomi? A gennaio tifava per il Conte ter. Ma ammiro le conversioni sulla via di Damasco”

Strategie & Regole

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com