Boeing, conti in rosso. È la quarta volta in 104 anni di storia

Boeing ha fatto registrare nel 2019 perdite per 636 milioni di dollari. Si tratta del primo anno in rosso dal 1997. A pesare sui conti le vicissitudini del 737 Max

Boeing, conti in rosso. È la quarta volta in 104 anni di storia

La crisi del 737 Max causerà perdite per Boeing superiori a 18 miliardi di dollari. Ovvero ben al di sopra delle attese.

Lo rende noto il gruppo statunitense ancora alle prese con un trend calante iniziato con gli incidenti del 2018 e del 2019 in cui sono morte complessivamente 346 persone.

Annunciato anche un nuovo taglio della produzione del 787 Dreamliner, il suo velivolo più grande, a causa di scarsi ordini: a partire dal 2021 realizzerà 10 aerei al mese (oggi sono 14).

Guardando ai dati di bilancio, nel solo quarto trimestre i ricavi sono scesi del 37% a 17,9 mld.

Questo è il quarto anno di perdite nei 104 anni di storia del costruttore di aerei statunitense. Oltre al 2019 e al 1997, Boeing aveva registrato perdite nel 1995 e nel 1946.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com