Andando avanti così, l’Italia raggiungerà il target di 70 nuovi gigawatt di energia rinnovabile tra 124 anni

Sull’energia rinnovabile la progressione del nostro paese è lentissima.

Raggiungeremo il target di 70 nuovi gigawatt di rinnovabili tra 124 anni

In Italia sono presenti almeno 1,35 milioni di impianti da fonti rinnovabili, distribuiti in tutti i Comuni italiani per una potenza complessiva di 60,8 GW, di cui appena 1,35 GW installata nel 2021 tra idroelettrico, eolico e fotovoltaico. In termini di produzione, il contributo complessivo portato dalle fonti rinnovabili al sistema elettrico italiano è arrivato, nel 2021 a 115,7 TWh, facendo registrare un incremento di appena 1,58% rispetto al 2020. Un trend decisamente al di sotto di quelli che dovrebbero essere gli obiettivi annuali, causato dalla pandemia e dal sistema farraginoso di rilascio delle autorizzazioni per la realizzazione dei progetti.

Numeri in crescita, invece, per le nuove opportunità di autoproduzione e scambio di energia attraverso le Comunità Energetiche da fonti rinnovabili: 100 mappate negli ultimi tre anni, ben 59 le nuove censite tra giugno 2021 e maggio 2022. Questa la fotografia offerta dalla XVI edizione del rapporto di Legambiente ‘Comunità Rinnovabili’.

“I numeri si confermano drammaticamente insufficienti per affrontare il caro bollette e l’emergenza climatica, per liberarci dalla dipendenza dall'estero— ha commentato Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente - e soprattutto rischiano di farci raggiungere l'obiettivo di 70 GW di nuovi impianti a fonti rinnovabili al 2030 tra 124 anni, se calcoliamo la media di installazione degli ultimi tre anni, pari a 0,56 GW”.

Il governo italiano segua l’esempio del programma europeo Repower EU, smetta di lavorare dando priorità alla diversificazione dei paesi da cui acquistare il gas fossile e climalterante – aggiunge Ciafani -; si concentri invece sulla semplificazione dell’iter autorizzativo e sulla certezza delle regole per consentire alle aziende del settore di investire 80 miliardi di euro e realizzare in 3 anni 60 GW di nuova potenza, come proposto da Elettricità Futura, in grado di sostituire il 70% del gas russo.”

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Energia elettrica, a dicembre +492% rispetto a gennaio 2020

Energia elettrica, la stangata sull’Italia: a dicembre +492% rispetto a gennaio 2020

Energie & Risorse
Bollette, in arrivo un’altra stangata

Bollette, in arrivo un’altra stangata: +17% l’energia elettrica e +27% il gas

Energie & Risorse

Scaroni: “Sull’energia la colpa è degli italiani. Si oppongono a qualsiasi infrastruttura. A forza di dire no pagheremo bollette sempre più alte”

Perché in Italia le bollette energetiche sono così elevate? Secondo il deputy chairman di Rothschild Group la soluzione non è mettere un tetto al prezzo del gas. [continua ]

Ue
Energie & Risorse
quoted business

Draghi: “Accordo con l’Algeria su energia e gas”. La risposta del governo italiano alla dipendenza da Mosca (passando da una dittatura a un’altra)

Draghi, Di Maio, Cingolani e Descalzi in missione ad Algeri centrano l’obiettivo di sostituire un terzo del gas russo: assicurati 9 mld di metri cubi aggiuntivi attraverso il gasdotto TransMed. Il problema però non è diversificare a prescindere. L’accordo con il paese nordafricano aggira l’ostacolo, non lo risolve: gli oligarchi algerini sono forse tanto meglio di quelli russi? [continua ]

Energie & Risorse
In 24-30 mesi l’Italia sarà indipendente dal gas russo

In 24-30 mesi l’Italia sarà indipendente dal gas russo

Energie & Risorse
Quali sono le 7 centrali a carbone italiane che Draghi potrebbe riaprire
quoted business

Quali sono le 7 centrali a carbone italiane che Draghi potrebbe riaprire

Energie & Risorse

Indicatori

Crediti deteriorati

L'andamento dei crediti deteriorati dal 2005 al 2020 in Italia, Francia, Germania, Regno Unito e Spagna in rapporto al totale dei crediti erogati

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com