Le banche italiane si sono trasformate: meno crediti e più “negozi finanziari”

Ricavi delle banche: sorpasso storico dei prodotti finanziari sulle attività di credito

Le banche si sono trasformate: meno crediti e più “negozi finanziari”

Da istituti di credito a botteghe finanziarie. È l’evoluzione delle banche italiane secondo Fabi, che ha analizzato i ricavi complessivi nel 2020.

Su 78,1 miliardi di euro registrati – riporta uno studio della Federazione autonoma bancari italiani - oltre la metà, cioè 39,4 mld, arriva da commissioni su prodotti finanziari, mentre il credito garantisce ricavi per 38,7 mld.

La distanza tra le percentuali, 50,5% contro 49,5% sembra irrilevante, ma in realtà si tratta di un ‘sorpasso’ storicamente importante che si riflette anche sulla clientela.

In pratica, i ricavi da risparmio e polizze hanno superato per gli istituti quelli che derivano dagli interessi sui prestiti. Tassi a zero, regole Bce, rialzi di Borsa e fame di cedole alla base della rivoluzione.

L’accumulo di risparmio sui conti correnti in Italia sta trasformando di fatto le banche in imprese dove conta vendere prodotti di risparmio e assicurativi, mentre il credito viene dopo.

Una tendenza in atto da anni, ma che dalla pandemia si è accentuata fino a sancire il sorpasso, nei bilanci bancari, dei ricavi da ‘commissioni’ rispetto a quelli legati al credito.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com