Le imprese europee sono poco innovative rispetto a quelle di Stati Uniti e Cina

Stati Uniti e Cina hanno le imprese che investono di più in ricerca e sviluppo aziendale. L’Ue, che è indietro, dovrebbe creare le condizioni per ridurre il gap tecnologico. Appare, invece, immobile

Le imprese europee sono poco innovative
L'Europa riuscirà a riaccendere la luce e tornare ad essere competitiva sul fronte dell'innovazione?

Il progresso tecnologico, come la robotica e l'intelligenza artificiale, è spesso associato alla perdita di posti di lavoro e all'aumento della disparità di reddito. Un altro effetto a cui si presta poca attenzione – ma che è invece rilevante – riguarda il gap che tende a crescere tra imprese più e meno innovative.

Investimenti in R&S

La variabile discriminante è il livello di investimento in ricerca e sviluppo. E qui sorgono i primi problemi. Osservando la spesa aziendale in R&S, nella maggior parte dei settori emerge un elevato grado di concentrazione, che risulta superiore rispetto alle vendite e agli occupati.

Usa e Cina in pole position

Visto che i servizi digitali sono il settore high-tech più sensibile alla R&S, gli Stati Uniti e la Cina hanno maggiori probabilità di poter puntare su grandi imprese capaci di calamitare e trainare l’innovazione. Per questo motivo, chiusa nella forbice tra Trump e Xi Jinping, la posizione dell’Ue potrebbe farsi più complicata: il vecchio continente è storicamente leader nel settore manifatturiero, che però non è più il volano dell’innovazione.

E l’Europa cosa fa?

Nel frattempo le imprese europee perdono terreno nei settori tecnologicamente più avanzati. È, infatti, nei comparti digitali, soltanto in quelli, che nel corso degli ultimi dieci anni è andata aumentando la concentrazione della spesa in R&S. E allora in quale modo l’Ue sta affrontando la questione della tecnologia e creando le condizioni affinché le prossime grandi imprese portatrici sane di R&S nascano in Europa? La risposta al momento è: in nessun modo.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com