Trump a Mattarella: “I dazi non sono una ritorsione. L’Ue ha già ottenuto vantaggi”

Mattarella alla Casa Bianca per discutere con Trump. Il presidente italiano: “Mi auguro che sia possibile, come ritengo, trovare un metodo di confronto collaborativo per evitare uno scambio di provvedimenti ritorsivi tra le due parti. L’alternativa è imporre dazi che porterebbero delle reazioni”

Trump a Mattarella: “I dazi non sono una ritorsione”

Sergio Mattarella alla Casa Bianca per discutere con il presidente Usa Donald Trump. “È un grande onore ricevere un uomo molto rispettato come lei, è un piacere di averla alla Casa Bianca”, ha detto il presidente statunitense. “Il nostro è un legame solido, non solo transatlantico ma umano”, ha replicato Mattarella.

Quando poi il confronto è virato sui dazi sono emersi i problemi. “I dazi non sarebbero una ritorsione, perché l’Ue ha già ottenuto dei vantaggi, si è approfittata dei precedenti presidenti”, ha spiegato Trump.

Mattarella ha risposto: “Visto che Trump ha parlato con cortesia della questione dei possibili dazi conseguenti al finanziamento all’Airbus, mi auguro che sia possibile, come ritengo, trovare un metodo di confronto collaborativo per evitare uno scambio di provvedimenti ritorsivi tra le due parti”.

“L’alternativa è imporre dazi che porterebbero delle reazioni - ha aggiunto Mattarella -. Questo rischia di metterci sulla strada che renderà comunque un punto di incontro e un’intesa indispensabile, tanto vale cercare di trovarla subito”.

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com