Del Vecchio: “È giunto il momento di scelte rivoluzionarie”

Secondo il presidente di EssiLux è giunto il momento di cambiare l’Italia scardinando i vincoli che vengono dal passato: “Tutte le forze positive del Paese devono contribuire a costruire questo nuovo mondo, rinunciando a comode rendite di posizione. È tempo di prendere i nostri rischi nella certezza che, in mancanza di questa evoluzione, saremo destinati ad estinguerci. Dobbiamo creare campioni prima nazionali e poi europei, per competere alla pari con i colossi internazionali”

Del Vecchio: “È giunto il momento di scelte rivoluzionarie”
Leonardo Del Vecchio

“Oggi abbiamo un’opportunità unica e irripetibile di trasformare questo Paese. Il tempo a disposizione non sarà molto e una prossima occasione forse arriverà troppo tardi.” Parole chiare e forti quelle pronunciate al Corriere dal presidente del colosso italo-francese EssiLux Leonardo Del Vecchio.

L’86enne guarda all’evoluzione delle tecnologie e alla velocità della globalizzazione. Il pensiero va allora al recente accordo di EssiLux con Facebook per una nuova generazione di ‘smart glasses’ (occhiali Ray-Ban con funzioni intelligenti). E al quartier generale del colosso a Milano dove si parla già di Metaverso e realtà aumentata. Invece, nel nostro paese, “stiamo ancora inseguendo le vendite online — osserva — e non ci accorgiamo che quello che per noi sembra un traguardo è già il passato”.

Per Del Vecchio, che oggi detiene circa il 6,5% di Generali, il 19,4% di Mediobanca e il 2% di Unicredit, oltre al 27,2% di Covivio con i suoi 26 miliardi di patrimonio immobiliare europeo, dopo la crisi dell’euro e la pandemia, “abbiamo bisogno di scelte rivoluzionarie che scardinino tutti i vincoli che vengono dal passato. Tutte le forze positive del Paese devono contribuire a costruire questo nuovo mondo, rinunciando a comode rendite di posizione.”

Il presidente di EssiLux poi indica la via: “Dobbiamo iniziare ad abbattere i muri e a creare campioni prima nazionali e poi europei, per competere alla pari con i colossi internazionali. Serve un’ottica da imprenditori più che da finanzieri. I dividendi oggi spesso sono a scapito della crescita dimensionale delle aziende.” E avverte: “Per questo e per molte altre ragioni lo slogan ‘piccolo è bello’ non è solamente falso, ma diffonde una tranquillità illusoria che frena ogni urgenza di cambiamento”.

Al contrario, è il momento di scelte decise: “È tempo di prendere i nostri rischi — sostiene Del Vecchio — nella certezza che, in mancanza di questa evoluzione, saremo destinati ad estinguerci”.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com