Altro che ozio. L’assenza di tempo libero è il nuovo status symbol

A sostenerlo è la psicologa Silvia Bellezza

L’assenza di tempo libero è il nuovo status symbol

“Una volta era l’ozio a indicare privilegio: nel 1899 il sociologo Thorstein Veblen scriveva: ‘La palese astensione dal lavoro è il segnale convenzionale di uno status pecuniario superiore’. Oggi è l’opposto.” A sostenerlo è la psicologa Silvia Bellezza, esperta della Columbia Business School.

Cosa sta accadendo? “Con il passaggio sempre più marcato all’economia della conoscenza avere molti impegni significa avere un alto valore sul mercato – spiega Bellezza -. Gli status symbol tradizionali, dall’orologio di lusso alla barca, hanno il potere di farci sentire membri di un’élite, certo, ma sono pur sempre oggetti esterni. L’essere richiesti, invece, è legato più strettamente alla nostra individualità. E ci dice che valiamo molto.”

Il fenomeno teso a rimescolare le carte non riguarda soltanto l’ozio: si riflette anche nei consumi. Ma in tal caso la spiegazione è differente. Le teorie del trickle-down suggeriscono che gli status symbol e le tendenze che provengono dalle élite si muovono verso il basso. E allora accade che alcuni ristoranti di fascia alta servano cibo ‘low brow’ (destinato sulla carta ai meno abbienti) e persone con alto reddito indossino abiti di basso livello.

Ma per quale motivo è osservabile questa sorta di mondo alla rovescia? La risposta è che le élite a volte adottano elementi associati a gruppi di basso status per distinguersi dagli individui di medio status. Ecco perché ci si muove dall’alto al basso (in termini di status).

Da un lato emerge la volontà di essere richiesti, quindi apprezzati, dall’altro le persone ad alto reddito sembrano preoccupate di non mescolarsi troppo con la fascia media, piuttosto sconfinano in quella bassa.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com