L’Eurozona verso la “giapanizzazione”?

Con le crescenti tensioni commerciali globali e le aspettative di inflazione vicine al minimo storico, la Bce si trova di fronte a un dilemma: ridurre i tassi di interesse o di riavviare l'allentamento quantitativo

Verso la “giapanizzazione”?

Il mix di crescita e inflazione anemiche sta spingendo l’Eurozona verso la “giapanizzazione”. Rischia così di ripetersi in Europa quanto già avvenuto nella terza economia al mondo negli anni ’90? Le similitudini ci sono. Aumento del debito pubblico (sebbene quello di Tokyo sia detenuto perlopiù da operatori domestici), incremento dei crediti inesigibili presso le banche, invecchiamento della popolazione e allentamento della politica monetaria.

Ecco allora che il destino dell’Eurozona potrebbe ripercorrere le orme nipponiche. Con le crescenti tensioni commerciali globali e le aspettative di inflazione vicine al minimo storico, la Banca centrale europea si trova ora di fronte alla prospettiva di ridurre (ulteriormente) i tassi di interesse o di riavviare l'allentamento quantitativo.

In ogni caso, senza una forte ripresa, sarà difficile sfuggire al circolo vizioso alimentato da bassa crescita, modesta inflazione e tassi prossimi allo zero o negativi.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com