Gilet gialli, Atto 19°: relativa calma a Parigi. Tensione a Nizza, Montpellier e Tolosa

Gilet gialli, Atto 19°: relativa calma a Parigi. Tensione in altre città

Non si ferma la protesta dei gilet gialli, giunta al 19° sabato consecutivo. I manifestanti sono scesi per le strade di Parigi, blindata dopo gli incidenti sugli Champs-Elysees del 16 marzo scorso. Questa volta la polizia francese, in tenuta anti sommossa, ha bloccato l’accesso alle nota via e ha l’ordine di sgomberare qualsiasi tentativo di assembramento da parte dei manifestanti.

"L'unica risposta possibile è la tolleranza zero", così aveva detto qualche giorno fa Emmanuel Macron, riferendosi alla violenza delle ultime manifestazioni nella capitale.

Secondo il ministero dell'Interno sono stati 8.300 i dimostranti in tutta la Francia alle ore 14 (poi in serata il numero è stato rettificato: 40.500). La prefettura ha fatto sapere che a metà giornata ha effettuato nella capitale francese 4.688 controlli preventivi, 51 sono i fermi e 29 multati per partecipazione a manifestazione non autorizzata. Fra questi ultimi, uno dei leader del movimento Eric Drouet.

Nel frattempo a Nizza è scattato il primo ordine di sgombero in osservanza ai nuovi divieti francesi di manifestare in deteminati luoghi. La polizia ha ammonito a lasciare la Place Garibaldi, dove si erano riunite, alcune decine di manifestanti pronti a sfidare il divieto. Le forze dell’ordine hanno poi proceduto alla sgombero, durato pochi minuti. Sei i fermi. Momenti di tensione sono stati registrati anche a Montpellier e Tolosa.

Fonte

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com