Sudan in rivolta

A sorpresa l'esercito non interviene per placare le manifestazioni contro il regime trentennale di Omar al-Bashir.

Sudan in rivolta

Le proteste infiammano il Sudan. E la polizia non interviene per sedarle. Segno che l’esercito è diviso. Intanto i manifestanti riuniti nella capitale Khartoum chiedono al presidente Omar al-Bashir, in carica da 30 anni, di dimettersi. Le mobilitazioni sono cresciute da dicembre a causa dell'impennata dell’inflazione – il prezzo del pane è triplicato - e della corruzione dilagante. Il Sudan sta probabilmente vivendo il suo momento politicamente più importante dall'indipendenza nel 1956.

Dopo la scissione dal Sud Sudan, ricco di petrolio, Khartoum ha visto precipitare le proprie entrate. Da allora il livello dei prezzi al consumo ha cominciato a salire. E non si è più fermato.

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com