Sud Africa, rivolta contro gli immigrati. Ma sono meno che in Italia

La violenza scoppiata in alcune città sudafricane ha riportato in primo piano la questione della disuguaglianza sociale in un paese dove il tasso di disoccupazione (ufficiale) è pari a circa il 30%, ma tra i giovani neri raggiunge l'80-90%

Rivolta contro gli immigrati. Ma sono meno che in Italia

Una nuova ondata di violenza travolge il Sud Africa. Nei giorni scorsi almeno 50 negozi, appartenenti a proprietari stranieri, sono stati saccheggiati e bruciati nelle periferie di Malvern e Jeppestown, a sud di Johannesburg e a Pretoria.

Le autorità negano le notizie secondo cui gli attacchi sono di natura xenofoba e che i saccheggiatori hanno preso di mira solo i negozi degli stranieri, insistendo sul fatto che si è trattato di atti criminali. In realtà la violenza scoppiata in alcune città sudafricane ha riportato in primo piano la questione della disuguaglianza sociale.

Ufficialmente, la disoccupazione nel paese è leggermente inferiore al 30%. Ma tra i giovani neri raggiunge l'80-90%. Lo sviluppo economico è stagnante e c'è poca speranza che il trend cambi nel breve periodo. Il Sud Africa, che nel 2018 ha registrato una crescita dello 0,5%, resta un paese sensibilmente al di sotto del proprio potenziale.

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com