Dopo il Senato, anche la Camera vota 'sì' alla proroga dello stato di emergenza

La Camera ha dato il via libera alla proroga al 15 ottobre dello stato di emergenza: 282 favorevoli e 221 contrari. “La proroga, se si epura la discussione da posizioni ideologiche, è una scelta inevitabile, per certi aspetti obbligata, fondata su valutazioni squisitamente tecniche”. Lo ha detto il premier in Aula alla Camera.

Anche la Camera vota 'sì' alla proroga dello stato di emergenza

“Non sto dicendo ovviamente che è preclusa una valutazione politica – ha aggiunto Conte - ma voglio dire che il governo sta operando sulla base di mere istanze organizzative, operative, non certo perché si vuole fare un uso strumentale per atteggiamento liberticida, reprimere il dissenso o ridurre la popolazione in uno stato di soggezione. Sono affermazioni gravi che non hanno nessuna corrispondenza nella realtà”.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

quoted business

Conte: “Prorogare lo stato di emergenza è una scelta obbligata”

“La proroga dello stato di emergenza fino a ottobre è una scelta obbligata”. Lo ha detto il premier in Parlamento. “Senza lo stato di emergenza decadrebbero i poteri straordinari ai molti soggetti attuatori” che sono per la maggior parte dei casi i presidenti delle Regioni, ha spiegato Giuseppe Conte intervenendo al Senato. [continua ]

Strategie & Regole

Smart working: il 15 ottobre scade lo stato di emergenza. Poi cosa succede?

Dalla gestione degli orari di lavoro al diritto alla disconnessione, dalla salute e sicurezza ai mezzi tecnologici e non: lo smart working, modalità sempre più diffusa ai tempi del Covid, si prepara a una nuova veste. I sindacati spingono perché sia regolato attraverso la contrattazione collettiva nazionale, aziendale e territoriale, e non una eventuale legge ad hoc, assicurando appieno diritti e tutele a chi, tenendo fermo il principio di adesione volontaria, vi fa ricorso. [continua ]

Jobs & Skills
Il 40% dei Comuni usa ancora timbri e firme per il 50% dei documenti

Italia, il 40% dei Comuni usa ancora timbri e firme per il 50% dei documenti

Strategie & Regole
Mattarella: “La Mafia esiste ancora”

Mattarella: “La Mafia esiste ancora”

Strategie & Regole
Da febbraio a marzo 25.354 morti in più rispetto al 2019

Da febbraio a marzo 25.354 morti in più rispetto agli anni precedenti. Ma ‘solo’ il 54% è attribuito al Covid-19

Life
Rai, Fico: “Basta lottizzazione, anche i 5S hanno sbagliato”

Rai, Fico: “Basta lottizzazione, anche i 5S hanno sbagliato”

Strategie & Regole

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com