Ue, salta l’accordo sul candidato per sostituire Lagarde all’Fmi

In assenza di un'intesa, l'unica via di uscita dall'empasse è il voto

Salta l’accordo sul candidato per sostituire Lagarde all’Fmi
Christine Lagarde, presidente della Bce dal prossimo primo novembre

I membri dell'Ue non hanno raggiunto un accordo sul candidato per la successione di Christine Lagarde alla guida del Fondo monetario internazionale. Per questo potrebbe essere necessario un voto per sbloccare lo stallo. Gli stati membri si erano dati come scadenza la fine di luglio per sciogliere il nodo.

Sarebbero cinque i candidati in lizza per sostituire Lagarde, che da novembre prenderà la guida della Bce: si tratta della ministra delle Finanze spagnola Nadia Calvino, del suo omologo portoghese Mario Centeno, dell'ex ministro delle Finanze olandese Jeroen Dijsselbloem, del capo della Banca di Finlandia Olli Rehn e della numero due della Bce Kristalina Georgieva.

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com