Perché l’Occidente non ha condannato la guerra di Putin in Siria?

La Russia putinista è percepita come un invasore aggressivo su un fronte e come l’energumeno utile per fare il lavoro sporco su un altro. La guerra al terrorismo, avviata dagli Usa, ha fornito a Putin (che è già alla sua quinta guerra) un’occasione d’oro per realizzare le sue ambizioni imperialistiche di far risorgere l’impero russo.

Perché l’Occidente non ha condannato la guerra di Putin in Siria?
Putin e Assad

Ecco una sintesi di un articolo firmato dallo scrittore Yassin al Haj Saleh sulla guerra in Ucraina.

La Russia occupa parte della Siria dalla fine di settembre del 2015, sostenendo il regime di Assad, la cui priorità è quella di rimanere al potere per sempre, anche se il prezzo è sottomettere il paese a forze esterne espansionistiche come l’Iran e la stessa Russia.

La Siria è stata così un campo di prova per l’esercito russo, che qui ha usato munizioni al fosforo, bombe termobariche e bombe a grappolo – vietate dai trattati internazionali – contro le strutture civili, causando la morte di almeno 23 mila civili. E ha etichettato tutti coloro che si opponevano al regime di Assad come terroristi.

Eppure pochissime voci in Occidente hanno condannato la guerra di Putin in Siria. Perché? Il motivo è la “guerra al terrore”, che è stata il fondamento di un’ampia coalizione internazionale contro i terroristi. In questa coalizione Stati Uniti e Ue sono di fatto alleati della Russia, oltre che di Assad, dell’egiziano Abdel Fattah al Sisi, del saudita Mohammed bin Salman, dell’emiratino Mohammed bin Zayed e di Israele.

La guerra al terrorismo ha così fornito a Putin un’occasione d’oro per realizzare le sue ambizioni imperialistiche di far risorgere l’impero russo. E oggi, grazie alla legittimazione ottenuta in Siria, Putin vuole annettere l’Ucraina, che secondo lui non ha mai avuto “una vera tradizione statuale”.

Ma anche se l’Ucraina riuscisse a respingere la Russia, fatto praticamente impossibile, i possibili vincitori sarebbero proprio coloro che sono stati complici nel sottomettere la Siria proprio a quel nemico. Il riferimento è alle potenze occidentali, in particolare gli Stati Uniti, gli iniziatori della guerra al terrorismo.

La Russia putinista finisce così per essere percepita come un invasore aggressivo su un fronte e come l’energumeno utile per fare il lavoro sporco su un altro. Ma è una posizione politicamente controproducente, come sta dimostrando l’Ucraina.

Abbiamo bisogno di una politica e di giustizia contro il terrore, non di una guerra contro il terrore. Sacrificare la democrazia sull’altare della guerra al terrorismo e della priorità data alla sicurezza è un atteggiamento autolesionista, non solo in Siria e in Medio Oriente, ma anche nello stesso Occidente.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Pil 2022: Russia -3,4%; Ucraina -35%

Secondo le stime del Fondo monetario internazionale, Italia e Germania in recessione nel 2023. Pil in frenata per Eurozona, Usa e Cina. L’India si conferma la grande economia a più rapida crescita. Il Giappone tiene. Cina al 3,5%, la crescita più bassa in più di quattro decenni. [continua ]

Economia

La narrativa secondo cui l’Occidente è nobile mentre Russia e Cina sono malvagie è ingenua e pericolosa

Dal 1980 gli Usa sono stati coinvolti in almeno 15 guerre all’estero; nessun coinvolgimento invece per la Cina e ‘solo’ 1 per la Russia. La paura nei confronti di Pechino e Mosca viene venduta al pubblico occidentale attraverso la manipolazione dei fatti. Al centro c’è il tentativo degli Stati Uniti di rimanere la potenza egemonica mondiale. Ma Washington può contare ‘soltanto’ sul 4,2% della popolazione mondiale e sul 16% del Pil globale. [continua ]

Global
Tre notizie segnalano la portata globale del conflitto tra Russia e Ucraina

Tre notizie segnalano la portata globale del conflitto tra Russia e Ucraina

Global
Diritti umani, l’Occidente alza il tiro contro Cina e Russia

Diritti umani, l’Occidente alza il tiro contro Cina e Russia

Strategie & Regole
Ucraina, la Russia ha chiesto alla Cina assistenza militare

Ucraina, la Russia ha chiesto alla Cina assistenza militare

Economia
Ucraina e Russia forniscono più di un 1/3  dell’export globali di grano

Ucraina e Russia forniscono più di un 1/3 delle esportazioni globali di grano

Life

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com