La Francia anticipa e riapre tutto. Macron: “No a nuove tasse per pagare il virus”

Il capo dell’Eliseo: “Mobilitati quasi 500 miliardi di euro per sostenere l’economia francese”

Riapre tutto. Macron: “No a nuove tasse per pagare il virus”

Riapre tutta la Francia continentale: diventa zona verde anche l’Ile de France con Parigi che finora era rimasta esclusa, mentre è ancora bollino arancione per Mayotte e la Guyana, dove il coronavirus circola attivamente. I francesi potranno riprendere a spostarsi in Europa ma per i viaggi extra-Ue dovranno attendere il 1° luglio. Lo ha annunciato il presidente Emmanuel Macron, parlando al Paese nel quarto discorso da quando è cominciata l’emergenza coronavirus.

Il presidente ha tratteggiato la fase tre, promettendo un “modello economico sostenibile più forte” e “un investimento massiccio in istruzione, formazione e lavoro per i giovani”.

“Sono stati mobilitati quasi 500 miliardi di euro per sostenere l’economia francese ma non ci saranno nuove tasse - ha assicurato il capo dell’Eliseo -. Con l’epidemia, l’economia mondiale si è quasi fermata. La nostra prima priorità è innanzitutto ricostruire un’economia forte, ecologica, sovrana e unita”.

Macron ha posto poi l’accento sull’accordo franco-tedesco sul debito congiunto e il piano di investimenti per risollevare il continente: una svolta storica fatta per la prima volta insieme alla cancelliera tedesca Angela Merkel.

Fonte

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com