L’Ue all’Italia: “Meno spesa corrente e più investimenti”. E nell’Unione c’è una pecora nera

La Commissione presenta il Rapporto di primavera. Il Patto di Stabilità tornerà nel 2023 ma si terrà conto della situazione dei singoli Stati

“Per l’Italia meno spesa corrente e più investimenti”. Il caso Romania

L’Italia è affetta da “squilibri macroeconomici eccessivi” e dovrebbe “limitare la crescita della spesa corrente finanziata a livello nazionale e aumentare gli investimenti”. È quanto raccomanda la Commissione europea nel pacchetto economico di primavera.

Nel dettaglio, la raccomandazione dell’Ue è di utilizzare nel 2022 il Recovery per finanziare investimenti aggiuntivi a sostegno della ripresa, perseguendo nel contempo una politica di bilancio prudente.

La Commissione invita quindi il nostro Paese a prestare particolare attenzione alla composizione delle finanze pubbliche, sia dal lato delle entrate che delle spese, dando priorità agli investimenti sostenibili e favorevoli alla crescita, in particolare sostenendo la transizione verde e digitale.

Più in generale, il rapporto della Commissione afferma che il Patto di stabilità tornerà a essere applicato a partire dal 2023, ma si dovrà tener conto della situazione economica dei singoli Stati.

“Solo nel caso della Romania – ha spiegato il commissario agli Affari economici, Paolo Gentiloni - già in procedura per i disavanzi eccessivi prima della pandemia, la Commissione ha proposto un percorso di aggiustamento di bilancio aggiornato, con una raccomandazione per correggere il disavanzo eccessivo entro il 2024”.

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

51 obiettivi centrati. In arrivo dall’Ue 21 miliardi

51 obiettivi centrati. In arrivo dall’Ue 21 mld. Via libera all’Italia dalla Commissione

Ue
Strategie & Regole
Nel 2020 l’Italia ha versato 18,2 mld all’Ue e ne ha ricevuti 11,6

Nel 2020 l’Italia ha versato 18,2 miliardi nelle casse dell’Ue e ne ha ricevuti 11,6 mld

Ue
Strategie & Regole
quoted business

La seconda e la terza economia dell’Ue firmano il ‘Trattato del Quirinale’: Francia e Italia valgono il 26% del pil comunitario

Più cooperazione Roma-Parigi: l’Italia si candida ad assumere un ruolo di vertice. Per i francesi è il secondo Trattato bilaterale dopo quello del 1963 con la Germania firmato Konrad Adenauer e Charles De Gaulle e rinnovato nel 2019. [continua ]

Ue
Strategie & Regole

Draghi: “Tra i paesi dell’Ue, solo l’Italia è favorevole allo status di candidato all’Ucraina”

Il presidente del Consiglio: “Sul price cap siamo stati accontentati. L’Italia non esce penalizzata dall’accordo sul petrolio. Sono dieci anni che sostengo che è necessario creare una capacità fiscale centrale a livello europeo. L’Eni ha spiegato molto bene perché non viola le sanzioni. I Paesi che rischiano carestie si sentiranno traditi e non verranno mai dalla parte dell’alleanza. La crescita dell’inflazione penalizza le famiglie più povere”. [continua ]

Ue
Economia

Il Patto di stabilità è ormai diventato una barzelletta. L’Ue lo rinvia al 2024, ma negli ultimi 22 anni quasi nessuno lo ha rispettato

Dal 2009 al 2020 nessun paese è riuscito a rispettare sempre il limite del 3% nel rapporto deficit/Pil, mentre dal 1999 al 2020 appena 8 paesi hanno sempre centrato l’obiettivo di stare al di sotto del 60% nel rapporto debito/Pil. [continua ]

Ue
Strategie & Regole
L’Italia ha il record di disoccupati che non cercano: 11,8%

L’Italia ha il record di disoccupati che non cercano lavoro: 11,8%. L’Ue è al 3,7%, la Germania al 2,2%

Ue
Jobs & Skills

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com