Mattarella a Ventotene: “Subito una politica estera e una difesa comune dell’Ue”

Il presidente della Repubblica prende una netta posizione da Ventotene, dove ha celebrato gli 80 anni del Manifesto che ha posto le basi per l’Europa unita: “Il Next generation rappresenta una svolta. Non sono strumenti una tantum. Questi strumenti resteranno. Si diano pace i gelidi antipatizzanti dell’Ue”

“In questi giorni una cosa appare sconcertante e si registra nelle dichiarazioni di politici un po’ qua e là in Europa. Esprimono grande solidarietà agli afghani che perdono libertà e diritti, ma ‘che restino lì, non vengano qui perché non li accoglieremmo’. Questo non è all’altezza dei valori dell’Ue.” Lo ha sottolineato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Ventotene, durante il 40° seminario per la formazione federalista europea in occasione degli 80 anni del Manifesto che ha posto le basi per l’Europa unita.

Ue

“Quanto accaduto in Afghanistan ha messo in evidenza la scarsa capacità di incidenza dell’Ue, totalmente assente negli eventi. È indispensabile assicurare subito gli strumenti di politica estera e di difesa comune. La Nato è importante ma oggi è richiesto che l’Ue abbia una maggiore capacità di presenza nella politica estera e nella difesa. Questa prospettiva è importante anche per gli Stati Uniti.”

Migranti

“L’Ue deve avere una voce unica, deve avere un dialogo collaborativo con altre parti del mondo come l’Africa per non essere travolti da un fenomeno che può diventare ingovernabile. So bene che molti Paesi sono frenati da preoccupazioni elettorali contingenti ma così si finisce per affidare la gestione del fenomeno agli scafisti e ai trafficanti di esseri umani.”

Recovery Fund

“L’Ue dopo il Covid è molto cambiata. Ha avuto una capacità di intervento di straordinaria capacità e gli strumenti adottati sono di grande rilievo. Il Next generation rappresenta una svolta. Non sono strumenti una tantum. Questi strumenti resteranno. Si diano pace i gelidi antipatizzanti dell’Unione, non si può tornare indietro.”

Clima

“Il rapporto dell’Onu è allarmante e gli obiettivi non vanno disattesi. Qualche passo è stato compiuto ma bisogna fare di più, perché si è perso molto tempo. Quello che abbiamo di fronte è poter sopravvivere o non sopravvivere affatto. E non c’è scelta. Gli obiettivi 2030-2050 non vanno disattesi.”

Manifesto di Ventotene

“Con la sua lezione di libertà, democrazia, collaborazione europea, è ancora attuale. Ogni grande cambiamento è preceduto da vigilie e periodi di resistenza, ed è quello che avvenne qui a Ventotene. Il fascismo aveva mandato qui diverse persone per costringerle a non pensare o quantomeno per impedire che seminassero pericolose idee di libertà. Spinelli, Rossi, Colorni a Ventotene, in prigione Pertini e Terracini. La loro fu una esortazione in difesa della democrazia contro le derive che mettono in pericolo la libertà. Sono insegnamenti e lezioni senza scadenza e senza tempo, espresse con fiducia nella libertà, nel corso della storia e con il coraggio di posizioni di assoluta avanguardia. Sono lezioni che parlano anche a noi con grande attualità in questo periodo di sfide globali impegnative e difficili e di tante realtà di distruzione. Quella sollecitazione a difendere libertà e democrazia vale ancora oggi, è pienamente attuale e si accompagnava, allora e adesso, all’esortazione a percorrere più velocemente la strada dell’integrazione europea come presidio dei valori di diritti e democrazia.”

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

quoted business

La guerra in Ucraina prosegue. Ursula von der Leyen: “Le sanzioni europee alla Russia resteranno. Putin fallirà”

Sul fronte energetico, l’Ue punta a raccogliere 140 miliardi di euro dal tetto ai ricavi delle società energetiche. [continua ]

Ue
Strategie & Regole
L’Ue verso il settimo pacchetto di sanzioni contro Mosca: stavolta tocca al

L’Ue verso il settimo pacchetto di sanzioni contro Mosca: stavolta tocca all’oro

Ue
Strategie & Regole

Ue, via libera allo status di candidati a Ucraina e Moldavia. Ma per i paesi balcanici il vertice è stato un disastro

L’Alto rappresentante dell’Ue, Josep Borrell: “L’unanimità è un grande problema” nel prendere decisioni [continua ]

Ue
Strategie & Regole
Bruxelles, quinto pacchetto di sanzioni contro la Russia. Germania isolata

L’Ue vara il quinto pacchetto di sanzioni contro la Russia. Germania sempre più isolata

Ue
Strategie & Regole

L’Ue crea la sua mini-difesa. Ma quello che servirebbe è una politica estera comune

La decisione dell’Ue di dotarsi di 5.000 soldati e più fondi per gli armamenti non sposterà gli equilibri nel breve e medio periodo e si tradurrà comunque in un aumento del divario tra spesa per la difesa e integrazione, situazione esacerbata dall’assenza di una politica estera comune. A brindare all’iniziativa di Bruxelles è soprattutto l’industria militare, che può crogiolarsi in una spesa in costante crescita su base nazionale associata a inefficienze e duplicazione di progetti e costi. [continua ]

Ue
Strategie & Regole
quoted business

Draghi: “Questo Consiglio europeo è stato un successo”

Il premier italiano: “Più forte è la Difesa europea, più forte è la Nato. Comunque, i paesi dell’Ue spendono 3 volte di più rispetto alla Russia”. Per clima e Difesa occorrono più risorse: “Ma nei bilanci nazionali non c’è spazio…”. Poi spiega: “Importeremo di più da Canada, Stati Uniti, Argentina”. [continua ]

Ue
Strategie & Regole

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com