La Polonia esce dall’Ue?

La sentenza della Corte costituzionale polacca ha stabilito che il diritto europeo non prevale sempre su quello polacco e apre la strada alla Polexit. Ma i nazionalisti potrebbero aver sbagliato i conti. L’Olanda pronta a chiedere il congelamento del Recovery per Varsavia. Jean-Claude Juncker: “La sentenza della Corte è un attentato contro l’Ue”.

Varsavia esce dall’Unione?

Giovedì sera, la Corte costituzionale polacca ha dichiarato che ogni sentenza o atto normativo dell’Ue deve essere conforme alla legge polacca, pena l’inapplicabilità in quel paese. La sentenza ha implicazioni potenzialmente dirompenti. La Polonia afferma che la sua adesione all’Ue e la firma dei trattati non equivalgono a spostare la propria sovranità verso un’entità esterna. In altre parole, la Polonia non riconosce più la supremazia delle leggi europee sulle proprie, ossia uno dei princìpi fondanti dell’Ue.

Le tensioni tra Bruxelles e Varsavia sono salite nei mesi scorsi dopo che la Corte di giustizia europea, in una sentenza, aveva definito incompatibile con il diritto dell’Ue una riforma del sistema giudiziario polacco voluta dal governo di estrema destra, il cui obiettivo (non dichiarato esplicitamente) è di mettere sotto un controllo più intenso la magistratura. Il problema è che per l’Ue l’indipendenza degli organi giudiziari è un pezzo centrale dell’anima europea e non è negoziabile.

Tra i paesi europei a fare il primo passo sono i Paesi Bassi. Il premier olandese Mark Rutte si appresta a chiedere alla Commissione europea di “non approvare” il Recovery Plan polacco da 36 miliardi di euro almeno finché non sarà risolta la questione relativa alla sentenza con cui la Corte Costituzionale di Varsavia ha contestato il primato del diritto europeo.

Ancora più duro è l’attacco di Jean-Claude Juncker. “Resto in attesa della reazione finale della Commissione europea, che mi sembra vada nel senso giusto – dice a Repubblica l'ex presidente dell’organo di governo dell’Ue -. Ma considero questa sentenza un attentato sistemico contro la supremazia del diritto europeo e un’avventura di cui non sono chiare le conseguenze.” In ogni caso – aggiunge Juncker - “l’88% dei polacchi non vuole l’uscita dall’Unione”, come confermano le manifestazioni dei giorni scorsi a Varsavia e in oltre 30 città del paese che hanno visto la partecipazione di centinaia di migliaia di polacchi.

Si teme comunque un effetto domino. Oltre ad aver incassato il sostegno di Orban, il premier dell’Ungheria, Varsavia guarda anche alla Francia, dove i candidati di estrema destra alle elezioni presidenziali del prossimo anno cominciano a parlare di ‘Frexit’.

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

L’accordo Draghi-Macron messo (quasi tutto) nero su bianco sul Ft. Cosa non dicono i due leader

Il presidente francese e il premier italiano firmano un intervento pubblicato dalla testata britannica. Il loro obiettivo (non dichiarato apertamente) nell’articolo è lo scorporo degli investimenti green dal Patto di stabilità europeo e il via libera alla promozione nella tassonomia dell’Ue del nucleare tra le energie verdi. La situazione paradossale dell’Italia: sostiene l’idea della Francia di puntare sul nucleare, ma non può produrla sul proprio territorio (in seguito al referendum del 1987). [continua ]

Ue
Strategie & Regole
L’Unione a 27 è salva: trovato un accordo con Polonia e Ungheria

L’Ue a 27 è salva: trovato un accordo con Polonia e Ungheria

Ue
Strategie & Regole
quoted business

La seconda e la terza economia dell’Ue firmano il ‘Trattato del Quirinale’: Francia e Italia valgono il 26% del pil comunitario

Più cooperazione Roma-Parigi: l’Italia si candida ad assumere un ruolo di vertice. Per i francesi è il secondo Trattato bilaterale dopo quello del 1963 con la Germania firmato Konrad Adenauer e Charles De Gaulle e rinnovato nel 2019. [continua ]

Ue
Strategie & Regole
Alla ricerca dell’Angela custode dell’Ue
quoted business

Alla ricerca dell’Angela custode dell’Ue

Ue
Strategie & Regole
Breton: “Immunità di gregge entro metà luglio”

Breton: “Immunità di gregge nell’Ue entro metà luglio”

Ue
Strategie & Regole
5 leader dell’Ue a Michel: “Disparità nella distribuzione dei vaccini”

5 leader dell’Ue a Michel: “Grosse disparità nella distribuzione dei vaccini”

Ue
Strategie & Regole

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com