La Tunisia va sostenuta in quanto rappresenta un felice caso di democrazia

La Tunisia va sostenuta in quanto rappresenta un felice caso di democrazia. Sarebbe un errore se Bruxelles trascurasse il paese della rivoluzione dei gelsomini.

Paolo Messa, direttore del Centro Studi Americani

Visto da qb

La Tunisia è il solo Paese in cui la Primavera araba non è stata un evidente disastro. Dopo 28 giorni di manifestazioni, il 14 gennaio 2011 il presidente Ben Ali si è dimesso e si è trasferito in Arabia Saudita. Oggi il paese ha una nuova costituzione e un nuovo governo di laici e islamisti insieme. L’andamento dell’economia è, invece, deludente. Anche perchè i turisti non sono ancora tornati dopo l’attentato del 2015.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com