Sarraj all’Europa: “Non venite in Libia”. Salta la missione Ue a guida italiana

Il governo di unità nazionale, gia sostenuto dalla Turchia che ha cominciato il graduale invio di truppe, contrario alla missione Ue

Sarraj all’Ue: “Non venite in Libia”. Salta la missione a guida italiana

Il Governo di accordo nazionale libico ha chiesto all’Ue di non inviare la propria delegazione a Tripoli per trovare una mediazione politica alla crisi bellica in atto.

La missione capitanata dall’Alto rappresentante Ue, Josep Borrell, con protagonisti i ministri degli Esteri di Francia, Germania, Gran Bretagna e Italia, sarebbe dovuta arrivare domani (7 gennaio) nella capitale libica.

Dietro il rinvio c’è il disinteresse da parte del Gna di Fayez al Sarraj verso altre trattative dopo quelle che hanno portato all’accordo tra Tripoli e Ankara con il conseguente supporto militare della Turchia alla Tripolitania. Il chiaro messaggio è: “Abbiamo già un alleato. Ormai è tardi per voi”.

In realtà la missione europea era già nata senza una gamba visto il passo indietro della Francia, vicina a Khalifa Haftar.

Così, se Bruxelles resta ferma, ad accelerare (come detto) è Recep Tayyip Erdogan. Il dispiegamento delle truppe verso la Libia è già iniziato.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Il nuovo governo Dbeibah ha giurato

Libia, il nuovo governo Dbeibah ha giurato. Verso la fine di un incubo?

Strategie & Regole
I pescatori sequestrati sono liberi

I pescatori sequestrati in Libia sono liberi

Strategie & Regole
Haftar sequestra una nave turca. Erdogan lo minaccia

quoted business

Libia, Haftar sequestra una nave turca. Erdogan lo minaccia

Strategie & Regole
Secondo quoted business

Aumentano i fondi italiani alla Guardia costiera libica

Il Parlamento ha dato l’ok alla delibera che autorizza e proroga le missioni militari italiane all’estero. Crescono di mezzo milione di euro i finanziamenti destinati al blocco dei flussi migratori: passati da 10 mln nel 2020 a 10,5 nel 2021. In totale 32,6 mln destinati alla Guardia Costiera libica dal 2017 e salgono a 271 i mln spesi dall’Italia per le missioni nel paese nord africano. Dall’inizio dell’anno oltre 720 vittime lungo la rotta del Mediterraneo centrale, almeno 7.135 dalla firma dell’accordo tra Italia e Libia. [continua ]

Global

“Dall’Italia ancora più soldi alla Libia”

L’Italia ha in programma di continuare ad aumentare gli stanziamenti alla Guardia Costiera libica: 3 milioni in più nel 2020, per un totale di 58,28 milioni di euro diretti alle autorità libiche, che portano il costo sostenuto dai contribuenti italiani a sostegno dell'accordo Italia-Libia, siglato nel 2017, a 213 milioni di euro. [continua ]

Strategie & Regole
Sequestrato 1 mld di dinari falsi stampati in Russia e destinati a Haftar

Sequestrato un cargo con 1 mld di dinari falsi stampati in Russia e destinati a Haftar

Strategie & Regole

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com