Fondi russi per la Lega: spunta un audio

Il sito Buzzfeed pubblica la registrazione di un meeting all'Hotel Metropole tra uomini vicino al ministro dell'Interno e esponenti del Cremlino

Da Mosca fondi per la Lega: spunta un audio

Lo scorso 18 ottobre nel lussuoso Hotel Metropole di Mosca c'è stato un incontro tra esponenti della Lega e uomini del Cremlino. Obiettivo: far arrivare al partito del vicepremier Matteo Salvini decine di milioni di dollari.

La notizia era emersa a febbraio in un’inchesta pubblicata da “L’Espresso”. Ma ora BuzzFeed ha pubblicato la registrazione di quella segretissima riunione. La Lega ha sempre negato di aver ricevuto fondi dall'estero, ma l'audio del Metropole potrebbe essere la prima prova di un finanziamento clandestino di Mosca a un partito nazionalista europeo.

Nell'audio si sente più volte Gianluca Savoini, ex portavoce di Salvini, dire: "Vogliamo cambiare l'Europa. La nuova Europa deve essere molto più vicina alla Russia". La riunione è durata un'ora e un quarto e si è parlato anche del coinvolgimento di un gigante dell'energia russo per vendere 3 milioni di tonnellate di petrolio all'Eni per il valore di 1,5 miliardi di dollari. Da questa transazione, secondo BuzzFeed, sarebbe avanzati 65 milioni di dollari finiti nelle casse della Lega. "Ho già querelato in passato, lo farò anche oggi, domani e dopodomani: mai preso un rublo, un euro, un dollaro o un litro di vodka di finanziamento dalla Russia", ha dichiarato Salvini.

Fonte

Articoli correlati

La Russia minaccia un giornalista italiano: “Chi scava la fossa ci cade dentro”

La difficile coesistenza tra la Russia di Putin e la libertà di stampa è ‘sbarcata’ in Italia. Un generale al servizio del ministero della Difesa ha censurato e minacciato La Stampa e il giornalista che ha firmato alcune inchieste pubblicate sugli aiuti sanitari (con supporto militare) inviati nel nostro Paese. Il quotidiano pubblica tre servizi a firma di Jacobo Iacoboni con cui vengono posti interrogativi sulle reali finalità degli aiuti inviati da Mosca per l’emergenza coronavirus. [continua ]

Strategie & Regole

Quella incontenibile fame di oro della Russia

La fame di oro da parte della Russia continua a crescere. Le riserve detenute dalla Banca centrale sono salite a 2149,25 tonnellate. Un’operazione non così complessa per Mosca visto che la Federazione è il primo produttore mondiale del metallo giallo con circa 300 tonnellate l'anno. Soltanto lo scorso anno la Banca centrale ha acquistato 275 tonnellate (pari al 40% della quantità complessiva comprata dalle banche centrali di tutto il mondo nel 2018). [continua ]

Energie & Risorse
Pieni poteri al premier Orbán

Ungheria, pieni poteri al premier Orbán

Strategie & Regole
‘Putin for ever’, ora può restare al potere fino al 2036. Più di Stalin

‘Putin for ever’, una nuova modifica costituzionale per restare al potere fino al 2036. Più di Stalin

Strategie & Regole
4 anni senza Giulio Regeni

quoted business

4 anni senza Giulio Regeni

Strategie & Regole
Il governo si dimette. Putin vuole restare al potere anche dopo il 2024

Russia, Medvedev e il governo si dimettono. Putin vuole restare al potere anche dopo il 2024

Strategie & Regole

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com