Tentato colpo di Stato in Etiopia

Il capo dell’esercito ucciso da una guardia del corpo

Tentato colpo di Stato

Il capo di Stato maggiore delle forze di sicurezza etiopi, Seare Mekonnen, è morto per le ferite riportate in un attacco che lo ha preso di mira durante un tentato colpo di Stato. Ad ucciderlo, nella propria abitazione - ha annunciato il premier Abiy Ahmed - è stata la sua guardia del corpo.

Il governo etiope ha sventato il colpo di Stato nella regione settentrionale di Amhara: il premier Abiy Ahmed comparso in tv con abiti militari ha detto che anche diversi ufficiali sono stati uccisi nella capitale di Amhara, Bahir Dar. Secondo i resoconti, la rete internet è stata oscurata. Violente sparatorie a Bahir Dar sarebbero andate avanti per ore.

L’Etiopia non trova pace, un paese politicamente molto instabile e disastrato dal punto di vista economico. Il secondo Stato più popoloso dell’Africa con 105 milioni di abitanti vanta il triste primato dei livelli salariali tra i più bassi al mondo: la retribuzione media mensile è pari a 26 dollari.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com