Ferrari: l'utile sale del 22% nel primo trimestre

Ferrari: l'utile sale del 22% nel primo trimestre

Avvio di anno scattante per Ferrari. Vola il bilancio del cavallino, meno in pista. La casa automobilistica ha chiuso il primo trimestre con un utile netto di 180 milioni, in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2018, battendo le stime degli analisti. 

I ricavi sono ammontati a 940 milioni, in miglioramento del 13% rispetto agli 831 milioni dei primi 3 mesi dello scorso anno. L'ebitda è stato di 311 milioni (+14%), l'ebit di 232 milioni (+11%). In aumento del 22,7% anche le consegne pari a 2.610 unità.

Sulla scia di questi dati confortanti per gli azionisti, Ferrari conferma i target 2019: ricavi netti oltre 3,5 miliardi di euro, in crescita di oltre il 3% rispetto al 2018.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com