Alla fine saranno i Benetton a “salvare” Alitalia

Dato mandato al ceo Castellucci

Alla fine saranno i Benetton a “salvare” Alitalia

"Con riferimento alle anticipazioni apparse sulla stampa, Atlantia comunica che il Cda della Società, preso atto dell'interesse della società controllata Aeroporti di Roma per una compagnia di bandiera competitiva e generatrice di traffico, ha dato mandato al Ceo Giovanni Castellucci di approfondire la sostenibilità ed efficacia del piano industriale relativo ad Alitalia - inclusa la compagine azionaria e il team manageriale - e gli opportuni e necessari interventi per un duraturo ed efficace rilancio della stessa".

Poi l'apertura del M5s. "Se Atlantia ha interesse ad entrare nel capitale di Alitalia presenti un'offerta - ha detto Stefano Patuanelli, capogruppo M5s al Senato - e verrà valutata come tutte le altre. Ma la questione Autostrade non c'entra nulla con la gestione della nostra compagnia di bandiera".

La scadenza per presentare le offerte resta fissata al 15 luglio. Altri potenziali partner di Fs nella cordata, oltre a Delta e al Mef, restano il gruppo Toto, l'imprenditore German Efromovich e Claudio Lotito. Anche Lufthansa, secondo indiscrezioni della stampa tedesca, sarebbe ancora interessata al vettore italiano, ma senza la presenza dello Stato come azionista.

Fonte

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com