Torna l’acciaio di Stato

Accordo Mittal-Invitalia

Torna l’acciaio di Stato

Torna lo Stato nella gestione delle acciaierie dell’ex Ilva. ArcelorMittal e Invitalia hanno firmato l’accordo che consente alla società controllata dal Mef di entrare al 50%, per poi salire al 60%, nella compagine azionaria della Am Investco che ha in gestione gli impianti siderurgici in Italia.

L’intesa per il passaggio del controllo dello stabilimento di Taranto prevede, oltre al “completo assorbimento dei 10.700 lavoratori impegnati in Puglia, un articolato piano di investimenti ambientali e industriali. Sarà tra l’altro avviato il processo di decarbonizzazione dello stabilimento, con l'attivazione di un forno elettrico capace di produrre fino a 2,5 milioni di tonnellate l’anno”. È quanto si legge nella nota del Mef.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

ArcelorMittal chiede una nuova Cig per oltre 8.000 lavoratori di Taranto

Agi

ArcelorMittal chiede una nuova Cig per oltre 8.000 lavoratori di Taranto

Corporate

quoted business

ArcelorMittal lascia Taranto per salvare il bilancio

La rimozione dello scudo penale è soltanto una scusa? Probabilmente gli indiani di ArcelorMittal avevano “previsto da tempo” (ha suggerito l’ex premier Matteo Renzi) di uscire dall’Ilva. D’altra parte i margini del settore sono in calo e gli analisti si aspettano un’ulteriore contrazione degli utili. [continua ]

Corporate
Ex Ilva, ArcelorMittal lascia Taranto: a rischio oltre 10 mila posti

quoted business

Ex Ilva, ArcelorMittal lascia Taranto: a rischio oltre 10 mila posti

Corporate

quoted business

ArcelorMittal: "La crisi è grave. Cassa integrazione a Taranto per 1400 lavoratori"

Il 6 maggio scorso ArcelorMittal aveva manifestato l'intenzione di tagliare temporaneamente la produzione di acciaio in Europa con una riduzione di 3 milioni di tonnellate annue. Nello specifico era stata annunciata la sospensione della produzione degli stabilimenti di Cracovia in Polonia, la riduzione nelle Asturie in Spagna e il blocco dell'aumento della produzione dell'ex Ilva di Taranto che ArcelorMittal Italia contava di portare a 6 milioni di tonnellate nel 2020. [continua ]

Corporate
“Stop alle emissioni anomale entro 30 gg o chiudo ArcelorMittal”

Il sindaco di Taranto: “Stop alle emissioni anomale entro 30 gg o chiudo ArcelorMittal”

Planet

quoted business

ArcelorMittal offre 1 mld per lasciare Taranto

ArcelorMittal avrebbe proposto al governo la risoluzione definitiva di ogni rapporto sulla vicenda ex-Ilva mettendo sul piatto il pagamento di 1 miliardo di euro per lasciare gli impianti di Taranto entro aprile 2020. Lo scrivono alcuni media, tra i quali La Gazzetta del Mezzogiorno, che parlano di una lettera che sarebbe stata inviata dalla multinazionale al Mise. [continua ]

Economia

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com