ArcelorMittal, il gigante indiano dell’acciaio taglia la produzione in Europa. Rallenta l'Italia

ArcelorMittal, il gigante indiano dell’acciaio taglia la produzione

Il gigante dell'acciaio ArcelorMittal ha annunciato un taglio della produzione annua per le sue attività europee di 3 milioni di tonnellate. Ridotti i volumi di output nell'impianto localizzato nelle Asturie (Spagna), mentre il blocco totale della produzione riguarda gli stabilimenti siderurgici di Cracovia in Polonia.

Una decisione che avrà impatto anche in Italia, dove il Gruppo indiano ha rilevato le attività dell'ex Ilva. Nel nostro paese il livello produttivo scende a 5 milioni di tonnellate al posto dei 6 mln previsti inzialmente. L'obiettivo dichiarato dalla multinazionale è "ottimizzare i costi e la qualità della produzione". 

La società parla di "decisione sofferta, ma necessaria, dovuta alla combinazione tra l'indebolimento della domanda e l'aumento delle importazioni, associati a un'insufficiente protezione commerciale dell'Ue, elevati costi energetici e regole sempre più stringenti sulle emissioni di CO2". 

Poi, l'affondo finale. "Continueremo a sostenere l'introduzione di misure adeguate per garantire - spiega una nota del colosso - che importatori e produttori sostengano gli stessi costi per la CO2 emessa. L'industria siderurgica in Europa può avere un forte futuro, ma è necessario garantire parità di condizioni, affinché non venga concesso un vantaggio sleale ai concorrenti extraeuropei".

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com