Stellantis, nasce il 4° gruppo mondiale dell’auto con 400.000 dipendenti

Con la fusione Fca-Psa il capitalismo europeo alla prova globale

Stellantis, nasce il 4° gruppo mondiale dell’auto con 400.000 dipendenti

Dalla fusione Fca-Psa è nata Stellantis. Fatturato di 180 miliardi di euro, quarto posto nella classifica mondiale dei costruttori con 8,7 milioni di auto, 400 mila dipendenti, ruolo di amministratore delegato per Carlos Tavares che oggi fa lo stesso lavoro in Psa e quello di presidente per John Elkann, Exor azionista di maggioranza relativa e i francesi che ottengono sei posti su undici in consiglio.

Ma dietro l’operazione c’è anche una storia di impresa comune tra due dinastie industriali che si lega in modo stretto alle vicende dei Paesi di origine, un modello che affonda le sue radici nel ‘900, un’impronta europea che punta ad affermarsi anche fuori dai propri confini.

Le assemblee straordinarie degli azionisti dei due gruppi in programma oggi (4 gennaio) rappresentano l’ultimo passaggio, dopo l’ok dell’Antitrust europeo, nel processo di integrazione iniziato lo scorso 31 ottobre 2019.

Primo azionista di Stellantis è Exor con il 14,4%, seguito dalla famiglia Peugeot che detiene il 7,2%. Alle spalle lo Stato francese con il 6,2% e i cinesi di Dongfeng (5,6%). Un assetto che potrebbe modificarsi alla luce degli accordi tra gli azionisti, in particolare per le quote detenute da Dongfeng e dal Governo francese. Tra le novità anche l’ingresso nel board di rappresentanti delle organizzazioni dei lavoratori.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Fca-Psa, la fusione che strizza l’occhio al modello tedesco

Per Marco Bentivogli, leader della Fim, “l’accordo tra Fca e Psa contiene le garanzie per tutti gli stabilimenti e la prosecuzione dei piani industriali già avviati. Ed è di grande interesse la svolta verso la partecipazione dei lavoratori”. Gli fa eco Rocco Palombella, segretario generale Uilm: “È davvero molto positivo che si preveda la presenza di due rappresentanti dei lavoratori nel board della nuova società, che nascerà dalla fusione di Fca e Psa”. [continua ]

Corporate
Fca verso la fusione con Psa Peugeot

Fca verso la fusione con Psa Peugeot

Corporate
Fca, il dividendo straordinario da 2,9 mld diventa incondizionato

Fca, il dividendo straordinario da 2,9 mld diventa incondizionato

Corporate
Farmaceutica, Angelini acquista la svizzera Arvelle per 960 mln di dollari

Farmaceutica, Angelini acquista la svizzera Arvelle per 960 mln di dollari

Corporate

quoted business

Emissioni, Fca patteggia negli Usa e paga 9,5 milioni

Fca patteggia e si impegna a pagare 9,5 milioni di dollari per chiudere la disputa sulle presunte informazioni fuorvianti in merito alla revisione interna sui sistemi di controllo delle emissioni. Lo afferma la Sec, la Consob statunitense, secondo la quale nel 2016 Fca in una nota stampa e nel rapporto annuale ha parlato di revisione interna che confermava come i veicoli rispettassero le norme sulle emissioni. [continua ]

Corporate

FCA sotto indagine per le emissioni

La GdF ha condotto delle perquisizioni negli uffici del Gruppo FCA nell’ambito di un’indagine della Procura di Torino collegata a un'analoga inchiesta delle autorità giudiziarie tedesche. L’ipotesi investigativa è legata alla possibilità che su alcuni modelli siano stati installati dispositivi di controllo del motore non conformi alla regolamentazione europea: in condizioni reali di guida le emissioni inquinanti sarebbero superiori a quelle rilevate in sede di omologazione. [continua ]

Corporate

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com