Luxottica taglia le retribuzioni dei manager per integrare la cassa integrazione dei dipendenti

Ai 12 mila dipendenti sarà così garantito il 100% dello stipendio

Luxottica taglia i salari dei manager per integrare la Cigs dei dipendenti
Leonardo Del Vecchio

Leonardo Del Vecchio, il fondatore del gruppo Luxottica, ha deciso che integrerà la cassa integrazione per coronavirus dei suoi 12 mila dipendenti in modo da garantire loro il 100% dello stipendio.

L’accordo, che è stato sottoscritto dai sindacati, comprende un taglio fino al 50% nelle buste paghe dei manager e un bonus di 500 euro che sarà versato a chi è impegnato in servizi essenziali.

La decisione del gruppo Luxottica segue quella di Giovanni Rana, presidente dell’omonimo pastificio veronese, che nelle scorse settimane aveva varato un piano straordinario di aumenti per 2 milioni di euro.

Un modo, quello di Rana, per riconoscere ai 700 lavoratori impegnati nei cinque stabilimenti italiani lo sforzo per garantire gli approvigionamenti alimentari durante l’emergenza.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Mattarella, l’occupazione femminile è troppo bassa

Mattarella, l’occupazione femminile è troppo bassa: “Inconcepibile e paradossale per un Paese del G7”

Jobs & Skills
Conte: “Vogliamo prevenire la disoccupazione”

quoted business

Conte: “Vogliamo prevenire la disoccupazione”

Jobs & Skills
L’occupazione sale, ma le ore lavorate crollano

L’occupazione sale, ma le ore lavorate crollano

Jobs & Skills

Alitalia sempre più in crisi

Il commissario Giuseppe Leogrande ha ufficializzato la richiesta di proroga della cassa integrazione straordinaria, che scade il 31 ottobre, per 11 mesi, fino al 23 settembre 2021, per un equivalente di 6.828 lavoratori a tempo pieno. La richiesta è stata fatta per un periodo più lungo di quanto era stato ipotizzato, si prevedeva una richiesta di proroga di 5 mesi, fino al 31 marzo 2021. [continua ]

Jobs & Skills

Gli obiettivi del governo: Pil 1,6%, investimenti 3%, occupazione 73,2%, R&S 2,1%

Meno tasse sui ceti medi e sulle famiglie, puntare al raddoppio della crescita ad un livello in linea con la media Ue, con più lavoro e più investimenti. Sono alcuni degli obiettivi inseriti nelle 38 pagine di linee guida sul Recovery Fund che il governo ha trasmesso alle Camere. [continua ]

Economia

Si riduce la disoccupazione ma scendono anche le ore lavorate

Nel secondo trimestre dell'anno, l'Istat traccia - nei confronti del primo periodo del 2019 - una riduzione degli inattivi, cioè coloro che non hanno lavoro né lo cercano, con il tasso dei senza lavoro che scende al 9,9% e un leggero aumento dell'occupazione (+0,6%). Significa 130 mila occupati in più: salgono i dipendenti, sia a termine che permanenti, e in misura minore anche gli indipendenti. [continua ]

Jobs & Skills

Indicatori

La disoccupazione femminile in Italia, Germania, Giappone e Stati Uniti

I dati evidenziano uno dei punti di debolezza del mercato del lavoro in Italia: la disoccupazione femminile. Il confronto con altre economie avanzate, come Germania, Giappone e Stati Uniti, mette in luce un gap strutturale, ma anche un elevato prezzo pagato alla grande crisi. Nel 2007 le donne in cerca di lavoro in Italia corrispondevano al 23,4% per poi schizzare al 45% nel 2014, salvo poi scendere al 39% nel 2017.

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com