Petrolio, uranio e terre rare: la mappa del tesoro del Kazakistan

È un Paese dotato di risorse immense. Ma per la sua posizione geografica dipende dai buoni rapporti con i vicini per esportarle

La mappa del tesoro: petrolio, uranio e terre rare
Nur-Sultan

Non può permettersi di avere nemici, il Kazakhstan. Dotato di immense e varie ricchezze minerali, è incastonato al centro dell’Asia, il più grande Paese al mondo senza accesso al mare. Anzi, un mare c’è, il Caspio, ma è chiuso.

Per esportare, il Kazakhstan deve contare sui vicini e sugli accordi di transito stretti con loro. Per questa ragione, il Paese che nel 1991 si dichiarò indipendente dall’Urss per ultimo ha cercato di mantenere buoni rapporti con tutti.

Un territorio immenso (si estende per circa 2.700.000 km quadrati, l’Ue27 conta 4.127.000 kmq) che si è dimostrato finora tra gli Stati più stabili dell’Asia centrale. Ma il nono paese più grande al mondo ha soprattutto enormi giacimenti di petrolio e gas, che interessano Russia e Cina, ma anche l’Europa e il resto dell’Occidente, come testimonia la presenza di Chevron, Total, Eni, Shell.

Ma il tesoretto che si nasconde nel suo sottosuolo non è tutto qui: il Kazakhstan è il primo produttore al mondo di uranio (con oltre il 40% rispetto alla produzione globale). E il paese può contare su riserve ai primi posti al mondo per cromo, carbone, zinco, ferro, manganese, bauxite, cobalto, oro. Depositi a cui si aggiungono quelli, di importanza strategica, delle terre rare.

quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Chi investe nell’economia del paese asiatico?
quoted business

Chi investe nell’economia del Kazakistan?

Economia
L’acqua in bottiglia consuma risorse 3.500 volte in più rispetto ...

L’acqua in bottiglia consuma risorse 3.500 volte in più rispetto a quella di rubinetto

Energie & Risorse

Così le economie avanzate sottraggono risorse al Sud del mondo

Le disuguaglianze tra Nord e Sud del mondo sarebbero figlie dello scambio ineguale. Una teoria che un nuovo studio prova a tradurre in cifre. Nel 2015 il Nord del mondo si è appropriato di 12 miliardi di tonnellate di materie prime, 822 milioni di ettari di terreno, 21 exajoule di energia, 188 milioni di anni di lavoro. Tutte risorse che sono incorporate nei beni e che, tradotte in denaro, avrebbero un prezzo di 10.800 miliardi di dollari. Abbastanza per porre fine alla povertà estrema. [continua ]

Economia

Il Congo è lo stato africano più ricco di risorse naturali. Ma la popolazione è poverissima

Rame, cobalto, coltan, diamanti, oro, zinco, uranio, stagno, argento, carbone, manganese, tungsteno, cadmio, petrolio e legno: risorse che si trovano in abbondanza nel paese africano e che fanno gola a mezzo mondo. Ma il Pil pro-capite è pari a circa 450 dollari, tra i più bassi a livello globale, e l’indice di sviluppo umano è 0,433 che colloca la Repubblica Democratica del Congo al 176° posto nella classifica mondiale. [continua ]

Energie & Risorse
Precipita la situazione in Kazakistan. Decine di vittime

Precipita la situazione in Kazakistan. Decine di vittime

Strategie & Regole
Risorse e Stati Uniti. Perché la Cina resta in Africa

Risorse e Stati Uniti. Perché la Cina resta in Africa

Global

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com