Energia, la Nigeria chiede 20 mld di tasse alle compagnie straniere

Il governo del paese africano ha chiesto a Royal Dutch Shell, Chevron, Exxon Mobil, Total, Equinor ed Eni 20 miliardi di dollari in relazione alle loro attività sul territorio nigeriano

Petrolio e gas, Abuja chiede 20 mld di tasse alle compagnie straniere

Conto salato per le compagnie estere che operano nel settore dell’energia in Nigeria. Il governo del paese africano ha chiesto a Royal Dutch Shell, Chevron, Exxon Mobil, Total, Equinor ed Eni 20 miliardi di dollari in relazione alle loro attività svolte sul territorio nigeriano.

Nella lettera inviata dalla Nigerian National Petroleum Corp si fa riferimento a royalties e tasse straordinarie per la produzione di petrolio e gas. Ogni società dovrebbe pagare una cifra compresa tra i 2,5 e i 5 mld.

Ma all'origine della richiesta ci sarebbe una disputa tra governo centrale e amministrazioni locali nigeriane sulla distribuzione degli incassi derivanti dallo sfruttamento degli idrocarburi. La controversia è stata chiusa lo scorso anno con l'impegno del governo centrale a pagare a quelli periferici diversi miliardi di dollari. Il pagamento, tuttavia, non è ancora avvenuto.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com