Eni, (semi)svolta “green”. Oltre il petrolio: primi impianti nel solare

Eni in Algeria nel solare muove passi concreti verso un mondo più sostenibile. Eni ha annunciato domenica 25 novembre l'inaugurazione in Algeria di un impianto fotovoltaico collegato al giacimento di Bir Rebaa North, al centro del paese non lontano dal confine con la Tunisia. Più che per le dimensioni dell'impianto (10 megawatt installati), pesa l’impegno verso le rinnovabili.

Da un lato, il parco solare fornirà energia per le attività legate all'estrazione di greggio del vicino giacimento e, dall'altro, costituisce la prima operazione della joint venture costituita da Eni assieme alla società di stato algerina Sonatrach.

L'idea della multinazionale - come si legge in una nota - è di replicare lo schema non solo "per installare e gestire impianti per la produzione di energia solare nei siti produttivi di Sonatrach ed Eni, ma anche in altre realtà".

In pratica, la società guidata da Claudio Descalzi - presente in Algeria dal 1981 con 39 concessioni e una produzione di 90mila barili al giorno – tenta così di sfruttare la posizione di prima compagnia internazionale presente nel paese africano per diversificarsi ma in modo un po' più “green”.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Energia solare. Meteo, ora del giorno, stagione e località geografica potrebbero non avere più importanza: ecco perché

L’energia solare diventa ‘on demand’. Si conserva per 18 anni grazie a un microchip che la converte direttamente in elettricità. La storia, che apre nuovi e inaspettati scenari, resa possibile da un cinese in Svezia. [continua ]

Energie & Risorse
quoted business

Draghi: “Accordo con l’Algeria su energia e gas”. La risposta del governo italiano alla dipendenza da Mosca (passando da una dittatura a un’altra)

Draghi, Di Maio, Cingolani e Descalzi in missione ad Algeri centrano l’obiettivo di sostituire un terzo del gas russo: assicurati 9 mld di metri cubi aggiuntivi attraverso il gasdotto TransMed. Il problema però non è diversificare a prescindere. L’accordo con il paese nordafricano aggira l’ostacolo, non lo risolve: gli oligarchi algerini sono forse tanto meglio di quelli russi? [continua ]

Energie & Risorse
Un minerale potrebbe rivoluzionare l’energia solare
quoted business

Un minerale potrebbe rivoluzionare l’energia solare

Energie & Risorse
Eni, verso la fusione magnetica: energia pulita come dal Sole

Eni, verso la fusione magnetica: energia pulita come dal Sole

Energie & Risorse
Il referente del tavolo ambiente e energia è un manager Eni

G20: il referente del tavolo ambiente ed energia è un manager Eni

G20
Energie & Risorse

L’Algeria e il gioco delle tre carte: fornisce più gas all’Italia, ma taglia quello consegnato alla Spagna

Ora l’Italia dipende meno da Mosca e più da Algeri, passando tuttavia da una dittatura ad un’altra. In compenso l’Italia può candidarsi a diventare l’hub europeo del gas proveniente dal nordafrica. Ma a quale prezzo geopolitico ed economico? [continua ]

Strategie & Regole

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com