Ruffini: “L’Irpef disincentiva il lavoro”

Il direttore dell’Agenzia delle entrate: “Deformata la progressività”

Ruffini: “L’Irpef disincentiva il lavoro”
Ernesto Maria Ruffini

L’attuale modello dell’Irpef “disincentiva l’offerta di lavoro e a guadagnare di più”. Lo ha detto il direttore dell’Agenzia delle entrate Ernesto Maria Ruffini in commissione Finanza alla Camera.

“Il sistema delle detrazioni e delle deduzioni - ha spiegato - ha determinato con il tempo una deformazione della progressività dell’imposta effettiva rispetto alle aliquote nominali, determinando un potente disincentivo a lavorare e guadagnare di più. Anche a causa di detrazioni decrescenti che provocano su redditi medio-bassi (55.000 euro) un salto di aliquota.”

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com