Covid-19, Ft: “Sottostimato il dato dei decessi: forse sono il 60% in più”

Analisi del quotidiano britannico su 14 Paesi

Covid-19, Ft: “Sottostimato il dato dei morti: sono il 60% in più”

Il bilancio delle vittime del coronavirus nel mondo potrebbe essere il 60% più alto di quanto riportato nei dati ufficiali. È quanto emerge da un’analisi del Financial Times condotta su 14 Paesi tra i quali Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia e Svizzera.

Secondo il quotidiano britannico, le statistiche sulla mortalità mostrano 122 mila decessi in più rispetto alle medie degli anni precedenti. Numeri ben superiori alle 77 mila morti ufficiali registrate per Covid-19 nei Paesi presi in esame. Se la stessa sottostima fosse applicata a tutto il mondo, il bilancio globale delle vittime passerebbe dalle oltre 205 mila a 318 mila.

In Lombardia, ad esempio, la testata rileva oltre 13 mila morti in eccesso nei 1.700 municipi dove sono disponibili i dati. Si tratta di un aumento del 155% rispetto alla media storica. Di gran lunga superiore ai 4.348 decessi attribuiti al Covid-19 nella regione italiana.

L’incremento non è tutto da attribuire al nuovo coronavirus, ma allo stesso tempo è necessario considerare una diminuzione della mortalità per altre cause, come incidenti stradali o infortuni sul lavoro, per via delle restrizioni messe in atto.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com