Acquisto record di oro per le banche centrali di Cina, Polonia e Russia: 15,7 mld di dollari in 6 mesi

Le tensioni commerciali tra Cina e Usa, la Brexit e lo stallo con l’Iran: sono i motivi che stanno spingendo le banche centrali globali (e non solo) a optare per il rifugio sicuro offerto dal metallo prezioso

Acquisto record di oro per le banche centrali di Cina, Polonia e Russia

Le banche centrali a livello globale hanno acquistato 374 tonnellate di oro nella prima metà di quest'anno. Il che si configura come la più grande acquisizione di sempre da parte di istituzioni pubbliche nei primi 6 mesi di un anno solare. I dati sono stati elaborati dal World Gold Council. In valore si tratta della cifra record di 15,7 miliardi di dollari, pari a un sesto della domanda mondiale di oro dall'inizio del 2019.

I leader della nuova corsa all'oro sono le banche centrali di Polonia, Cina e Russia, che diversificano le loro riserve a spese del dollaro. Ma l'ennesima corsa all'oro non è una novità degli ultimi mesi. Nel 2018 le banche centrali mondiali hanno acquistato metalli preziosi in una quantità così elevata che non si registrava dal 1971, quando è terminato il gold standard. 

L'oro sale. E il dollaro? Alcuni paesi, in particolare Cina e Russia, promuovono il passaggio dalla valuta statunitense alle divise nazionali nel commercio bilaterale. E non si tratta soltanto di annunci. Il mese scorso, Mosca e Pechino hanno siglato un accordo con il dichiarato obiettivo di ridurre la dipendenza delle loro economie dal dollaro.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Articoli correlati

Brics versus Bricasi

Brics, Argentina e Iran verso il blocco formato da Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa

Global

La narrativa secondo cui l’Occidente è nobile mentre Russia e Cina sono malvagie è ingenua e pericolosa

Dal 1980 gli Usa sono stati coinvolti in almeno 15 guerre all’estero; nessun coinvolgimento invece per la Cina e ‘solo’ 1 per la Russia. La paura nei confronti di Pechino e Mosca viene venduta al pubblico occidentale attraverso la manipolazione dei fatti. Al centro c’è il tentativo degli Stati Uniti di rimanere la potenza egemonica mondiale. Ma Washington può contare ‘soltanto’ sul 4,2% della popolazione mondiale e sul 16% del Pil globale. [continua ]

Global
quoted business

Cina: “Gli Usa smettano di creare conflitti e farsi nemici. La Nato è una sfida sistemica alla pace e alla stabilità mondiali”. Usa: “Possibile che Mosca usi armi nucleari”. Russia: “Risponderemo se la Nato schiera truppe in Svezia e Finlandia”

Usa-Russia-Cina: il quadro si complica? [continua ]

Global

La Cina potrebbe fare con il resto del mondo quello che la Russia sta facendo contro l’Europa

Pechino detiene il 93% delle scorte mondiali di rame, il 74% di quelle di alluminio, il 68% di quelle di mais e il 51% di quelle di frumento. Eppure l’attività estrattiva in Cina è limitata. Come si spiega allora questo dominio? [continua ]

Energie & Risorse
La Cina ha scaricato la Russia?
quoted business

La Cina ha scaricato la Russia?

Global
Alla Cina conviene avvicinarsi alla Russia?

Alla Cina conviene avvicinarsi alla Russia?

Economia

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com