Lo Zimbabwe torna alla moneta nazionale dopo 10 anni

Dal 2009 il Paese utilizzava dollari americani, sterline britanniche e rand sudafricani. Ma le preziose valute straniere con il tempo sono diventate sempre più costose

Torna alla moneta nazionale dopo 10 anni

Lo Zimbabwe ha reintrodotto la moneta nazionale, dieci anni dopo averla abbandonata per il dollaro americano e altre valute straniere. Il presidente Emmerson Mnangagwa ha tentato di rassicurare il paese spiegando che “è il momento giusto ed è un ritorno alla normalità”. Nel 2009 il paese africano fu “costretto” a escluedere la propria moneta a causa dell'iperinflazione. Iniziò, quindi, a utilizzare dollari americani, sterline britanniche e rand sudafricani.

Ma le preziose valute straniere con il tempo sono diventate sempre più rare, con il risultato di strangolare ancora di più l'economia, già profondamente provata dall'immobilismo del governo ultratrentennale di Robert Mugabe.

I dubbi su questa operazione sono molti, anche perché lo Zimbabwe importa la maggior parte dei beni di prima necessità e il ritorno ad una moneta debole potrebbe non essere la scelta migliore per un’economia afflitta da inflazione e disoccupazione altissimi.

Fonte

Indicatori

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com