Bank of England ammette: persa la traccia di 50 miliardi di sterline

È denaro contante che potrebbe essere finito sotto il materasso dei risparmiatori ma anche in attività illecite

Bank of England ammette: persa la traccia di 50 mld

Con l’aumento della domanda di contante durante la pandemia di Covid, la Bank of England (la Banca centrale britannica) ha ammesso di “aver perso traccia” di 50 miliardi di sterline, come evidenziato da un’indagine dell’Ufficio dei revisori dei conti pubblici (Nao) della Camera dei comuni.

L’ipotesi è che questo denaro venga conservato in casa sotto forma di risparmi, ora che i tassi di interesse delle banche sono vicini allo zero, oppure utilizzato nell’economia sommersa.

L’Ufficio dei revisori ha esortato la Banca di Inghilterra a “fare di più” per rintracciare il contante alla luce delle “importanti implicazioni per l’attuazione delle politiche pubbliche e per il risparmio pubblico” qualora quel denaro fosse usato per attività illecite.

Fonte
quotedbusiness.com è una testata indipendente nata nel 2018 che guarda in particolare all'economia internazionale. Ma la libera informazione ha un costo, che non è sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità. Se apprezzi i nostri contenuti, il tuo aiuto, anche piccolo e senza vincolo, contribuirà a garantire l'indipendenza di quotedbusiness.com e farà la differenza per un'informazione di qualità. 'qb' sei anche tu. Grazie per il supporto

Indicatori

L'andamento del debito pubblico come percentuale del Pil in Italia, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti

Scopri la sezione Indicatori

(opzionale)
Paesi
www.quotedbusiness.com